13/09/2015

UNA VITA PER LA GRAFICA

2015_09_13_228

"Trovavo interessante quanto avevo studiato ma non determinante dal punto di vista culturale. Non abbastanza attuale. Non sufficientemente rivolto agli altri, alla sfera del sociale, al comunicare". Considerato uno dei fondatori della grafica italiana, Giancarlo Iliprandi è un intellettuale che ha contribuito a innovare profondamente il modo di comunicare attraverso il segno, riuscendo sempre a essere all'avanguardia e provocatoriamente controcorrente. Giunto al traguardo dei novant'anni e in occasione della pubblicazione di Note e Sketch, think, draw, Iliprandi ripercorre con Beppe Finessi e Marta Sironi gli inizi della sua carriera alla Rinascente di Max Huber, la frequentazione dei fratelli Castiglioni e di Bruno Munari, le collaborazioni con le grandi aziende italiane - Fiat, Standa, Montedison -, la vita notturna nella Milano del boom economico, i viaggi in terre lontane, da cui nascono i suoi splendidi taccuini fitti di note, disegni e immagini ad acquerello.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati