08/09/2016

IL DNA DI UNO SCRITTORE

2016_09_08_039

«Non si è ciò che si è per quello che si scrive, ma per quello che si è letto», affermava Jorge Luis Borges, forse il più importante e influente scrittore sudamericano del XX secolo. Grande è l'eredità che l'autore de "L'Aleph" e "Due fantasie memorabili" ha lasciato nella cultura moderna, non solo letteraria ma anche musicale e fumettistica. Per potersi districare nella sua vasta e labirintica produzione servirebbe probabilmente una mappa, e l'argentino Alan Pauls da anni si è messo al lavoro per produrre un manuale che aiuti a identificare lo specifico borgesiano all'interno della sua opera. Che cosa rende tale uno scritto di Borges? Dall'analisi a 360 gradi dell'artista e della persona è nato il saggio "Il fattore Borges", del quale Pauls parlerà insieme al giornalista Carlo Annese, per tentare di isolare lo stile di una delle più importanti figure della letteratura di ogni epoca.

English version not available

Italiano
Spagnolo

Non disponibile.

1Luoghi collegati