09/09/2016

PER UNA GRAMMATICA DELL'INTERIORITÀ

2016_09_09_083

Interiorità è parola che indica e non definisce. Forse per questo la ricerca sull'io interiore non si è mai interrotta nel cammino dell'umanità, riuscendo a trovare nel tempo forme che si sono fatte riconoscibili. Antonio Prete (autore di "Il cielo nascosto"), attraverso le pagine della letteratura e non solo traccia una provvisoria grammatica dell'interiorità, attraverso la quale riuscire a riconoscere la solitudine, la letizia, l'elevazione, l'ascolto, l'attenzione, il ricordo, il silenzio, lo stupore ed altre forme del sentire. Lo incontra il critico letterario Massimo Raffaeli.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati