10/09/2016 - Consapevolezza verde

PRENDI LA VANGA, È LA TUA MATITA

2016_09_10_204

Il poeta inglese William Mason era un esperto giardiniere, ma non tutti gli scrittori che hanno raccontato giardini passati alla storia della letteratura si sono sporcati le mani chini su erba e terra. Quel che è certo è che anche il più piccolo fazzoletto di terreno narrato da Rousseau, George Sand, Balzac, Proust o Sartre è specchio della cultura e della società dell'epoca in cui il testo è stato concepito. La francese Évelyne Bloch-Dano si cimenta in una ricostruzione della storia del giardinaggio attraverso i grandi autori che ha amato. Il suo "Giardini di carta. Da Rousseau a Modiano" si presenta già agli occhi del lettore come un piccolo giardino, verde brillante e costellato di piccole aiuole su cui campeggiano le lettere del titolo. Viaggiando tra Versailles e il Jardin du Luxembourg, la scrittrice di Neuilly-sur-Seine discute insieme a Stefania Bertola ("Il giardino di guerriglia").

English version not available

Italiano
Francese

Non disponibile.

1Luoghi collegati

21Eventi collegati