07/09/2018 - Consapevolezza verde

LE PROFEZIE DI MAJA

2018_09_07_070

Tra il 1900 e gli anni 2000 il consumo di acqua dolce da parte dell'uomo è sestuplicato, con conseguenze sulle risorse idriche che porteranno certamente emergenze sociali ed economiche in un futuro prossimo. Di questo e molti altri problemi legati ai cambiamenti climatici tratta da tempo la letteratura ascritta al genere cli-fi, a cui fa riferimento la norvegese Maja Lunde, che con il recente romanzo La storia dell'acqua e ilfortunatissimo La storia delle api ha saputo – attraverso una commistione di tematiche familiari e (fanta) scientifiche – avvicinare i lettori a problematiche che toccano ognuno di noi. "Se il mio romanzo fosse capace di generare anche solo un piccolo cambiamento, non ci sarebbe niente che mi renderebbe più grata". Di scioglimento dei ghiacciai e spopolamento degli alveari, Lunde parla insieme a Fabio Genovesi (Il mare dove non si tocca).
Con il sostegno di NORLA, Norwegian Literature Abroad.


 

English version not available

Italiano
Inglese

1Luoghi collegati

16Eventi collegati