06/09/2019

TRA LE GOLE DELL’ARMENIA

2019_09_06_085

Il racconto di luoghi sperduti e aspri, a volte feriti dal terremoto e dove la roccia fa da contrappunto alle distese di erba verde, accomuna la poetica di Narine Abgarjan e Donatella Di Pietrantonio (L'Arminuta). La scrittrice armena, che ora vive in Russia, è apprezzata autrice di libri per giovanissimi dal forte sapore autobiografico e sa prestare penna e orecchio all'esistenza quotidiana delle comunità le cui antiche storie ha ascoltato, rapita, dalla voce della nonna. Anche nella sua opera più recente (E dal cielo caddero tre mele) fonde memoria e leggenda, passato e presente, per raccontare l'epopea di un villaggio sperduto e spopolato – non molto dissimile da tanti paesini nostrani – dove il confine tra realtà e magia è spesso labile: vite appese a una montagna, che mantengono viva l'identità di un popolo.
L'autrice parlerà in russo. Interpretazione consecutiva in italiano.

English version not available

Italiano
Russo

1Luoghi collegati

1Enti correlati