TRAFFICANTI DI ESSERI UMANI

Da una parte Khaled, il trafficante libico raccontato da Francesca Mannocchi in Io Khaled vendo uomini e sono innocente, contrabbandiere nel confine tra il bene e il male. Dall'altra parte il giovane eritreo Medhanie Berhe raccontato da Lorenzo Tondo – prima sulle pagine del Guardian, poi nel libro Il Generale –, che dal 2016 si trova sotto processo a Palermo, accusato di essere uno dei grandi boss della cosiddetta "rotta libico-subsahariana", anche se ogni evidenza indica che si tratta di un innocente, vittima di un grossolano scambio di persona. Due vicende che gettano luce su aspetti poco conosciuti del fenomeno migratorio e che ci aiutano a cogliere tutta la complessità della grande storia delle migrazioni nel Mediterraneo. Di tutto ciò i due autori parleranno con il giornalista Christian Elia.

1Luoghi collegati