06/09/2019

IL PERICOLO DELL’IDEOLOGIA COME ALIBI

2019_09_06_096

Nella sua lunga carriera letteraria Uwe Timm ha saputo spaziare con grande versatilità tra saggi, opere per l'infanzia e fiction, con un'estetica legata all'importanza dei piccoli particolari del quotidiano. Ciò che non è mai mancato, soprattutto nella produzione degli ultimi vent'anni, è stato però il confronto sistematico con il passato tedesco, quand'anche spinoso e complesso, sostenuto da un'amalgama di tratti biografici e ricerca storica. L'opera di Timm tocca la tragica avventura del colonialismo (Morenga), così come le rivolte degli anni Sessanta (L'amico e lo straniero), fino alle pagine buie del periodo nazista (Come mio fratello), i cui abissi l'autore ha scandagliato anche nel recente Un mondo migliore, che trae spunto dalla figura di Alfred Ploetz, il genetista ideatore del progetto eugenetico per la selezione della pura razza ariana. Di colpe della politica, abissi del razzismo e ruolo degli intellettuali lo scrittore di Amburgo parlerà insieme al giornalista Lorenzo Pavolini (Accanto alla tigre).
L'autore parlerà in tedesco. Interpretazione consecutiva in italiano.

English version not available

Italiano
Tedesco

1Luoghi collegati