08/09/2022

LETTURE DA CUOCHI

2022_09_08_040

I libri di cucina non sono da considerare letteratura di poco conto. Persino il grande poeta latino Ennio, autore dei celebrati Annales, sentì il bisogno di comporre gli Hedyphagetica, o I buoni bocconi, un catalogo di prelibatezze culinarie della romanità di cui ci restano pochi versi. Da quell'epoca - o forse da prima - fino ai nostri giorni, sono centinaia i volumi che hanno disquisito di cucina trattandone come arte, come scienza, come fondamento per la buona salute e il benessere della persona, come cultura alta e popolare, come collante identitario di una nazione. Questi libri rimangono dei punti di riferimento imprescindibili per gli chef più blasonati del nostro tempo, come testimoniano Fulvio Pierangelini e Alberto e Antonio Santini in La bibbia dei libri di cucina. Insieme a Bruno Gambarotta, a sua volta frequentatore del genere, i due grandi cuochi rivelano quali "classici" hanno più influenzato il loro lavoro e quanto pesa la letteratura gastronomica nella formazione di chi crea nuovi piatti e guida una cucina.

English version not available

Italiano

1Luoghi collegati

1Rassegne e temi correlati

1Enti correlati