11/10/1997

Vinicio Capossela canta e interpreta Jonh Fante

1997_10_11_069

Il talento di Vinicio Capossela ha superato i confini nazionali: reduce dai successi parigini, le sue canzoni sono ormai oggetto di culto. Acuto osservatore di esistenze mancate, di abbandoni e notti di bagordi, di capricci del destino e di umanissime vite, per Capossela l'incontro con le pagine di John Fante, uno dei grandi scrittori della modernità americana, è stato fatale. Una tale corrispondenza di sensibilità, di ironia e di fresca follia ha «inevitabilmente» portato a questo reading cantato, dove Capossela propone le migliori fra le sue canzoni di sapore fantiano, racconta aneddoti, legge le pagine migliori di uno scrittore amatissimo da Bukowsky, Tondelli, Pivano e molti altri. Lo affianca, nelle letture, il poeta e amico Vincenzo Costantino «Cinaski».

L'evento è stato annullato durante il festival.

English version not available

Italiano

Non disponibile

1Luoghi collegati

1Enti correlati