Un poeta in Russia è più di un poeta?

rassegna

Il verso del poeta Evgenij Evtuenko «Un poeta in Russia è più che un poeta», scritto all'inizio degli anni '60, rispecchia la situazione di quegli anni, quando folle di giovani riempivano i palazzi dello sport per ascoltare i poeti declamare i loro versi. Ora, all'inizio del XXI secolo, la situazione in Russia è completamente diversa: non ci sono più le folle ad ascoltare la voce dei poeti e nella poesia non si cerca più la protesta, la denuncia, ma la testimonianza di un percorso interiore isolato. I nuovi poeti russi provengono da circoli semiclandestini, dal samizdat, e utilizzano una grande varietà di linguaggi artistici. Nei due incontri di "Un poeta in Russia è più di un poeta?" sono stati presentati quattro poeti della Russia di oggi. L'evento è stato organizzato on il contributo di State corporation Bank for Development and Foreign Economic Affairs (Vnesheconombank) e del Foro di dialogo italo-russo delle società civili.