Fine, Anne

Persona

«Anne Fine, di persona, è proprio come te l'aspetti dopo aver letto i suoi libri: brillante e pungente. Attenta osservatrice delle persone e della società in cui viviamo, nei suoi romanzi racconta la famiglia e la scuola con realismo e un sense of humour tipicamente britannico. Talvolta può quasi infastidire per la sua capacità di scavare a fondo nei comportamenti umani, e per come mette in scena le nostre piccole guerre e perversioni quotidiane» (Mara Pace su "Andersen"). Considerata una delle più grandi scrittrici inglesi, Anne Fine si è laureata in Scienze politiche e Storia all'Università di Warwick. Dopo la nascita della sua prima bambina nel 1971 ha iniziato a scrivere ed è divenuta membro della Royal Society of Literature. Autrice di numerosi romanzi per ragazzi (da "Un padre a ore. Mrs Doubtfire" è stato tratto il celebre film del 1993 interpretato da Robin Williams) e per adulti, come l'indimenticabile "Lo diciamo a Liddy?", grazie al suo straordinario talento ha vinto per due volte la Carnegie Medal, due volte il Whitbread Children's Novel Award e il Guardian Children's Literature Award. I suoi libri – compresi gli spassosi episodi con protagonista il gatto killer Tuffy – sono stati tradotti in oltre ventisette lingue, conferendole una grande notorietà internazionale.

(foto: © Basso Cannarsa)

She now lives in the northern part of England. She published several novels for children (from the novel "Mrs. Doubtfire" was taken the homonymous movie) and four novels for adults. Both literary forms stand out for their brilliant irony and their ability to look at everyday life with an eye that both takes part in it and is disenchanted. Both these forms are the natural consequence of the English writer's talent, so they aren't in antithesis one with the other at all.

(foto: © Basso Cannarsa)

Bibliografia

"Un padre a ore. Mrs Doubtfire", Salani, 1994 (Centauria, 2016)

"Bambini di farina", Salani, 1995 (Centauria, 2016)

"Brutto gattaccio", Salani, 1996

"Il piccolo fantasma di Pip Parker", Bompiani, 1997

"Teo vestito di rosa", Piemme, 1997

"Cane o pizza?", Piemme, 1998

"Il serraglio di pietra", Salani, 1998

"Complotto di famiglia", Piemme, 1998

"Lo diciamo a Liddy?", Adelphi, 1999

"Una carrozzina mai vista!", Mondadori, 2000

"Come scrivere da cani", Fabbri, 2000 (Bur-Rizzoli, 2010)

"Odio il teatro!", Feltrinelli, 2000

"Qualcosa in comune", Salani, 2000 (2009)

"Quella strega di Tulip", Fabbri, 2000 (Bur-Rizzoli, 2009)

"Villa Ventosa", Adelphi, 2000

"Il piccolo fantasma di Pip Parker", Fabbri, 2000

"Il testamento di mamma", Sonzogno, 2002

"Il diario di Jennifer", Einaudi ragazzi, 2002

"Era così diverso", Fabbri, 2002

"La magia interrotta", Salani, 2002

"Non c'è campo", Salani, 2003

"Io e il mio amico", Einaudi Ragazzi, 2003

"Più si è, meglio è", Salani, 2005 (2011)

"Charm school", Salani, 2007

"Un amore in cenere", Sonzogno, 2007

"Bifreddo, Lucy Secca e lo zio ventriloquo", Salani, 2008

"Quell'arpia di mia sorella", Salani, 2009 (2012)

"Magia interrotta", a cura di Monica Ziarek, La scuola, 2009

"Confessioni di un gatto killer", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2013

"Buon Natale, gatto killer!", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2013

"Torna a casa, gatto killer!", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2014

"Molla quel libro, gatto killer!", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2014

"Gatto killer è innamorato", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2015

"Questa è arte, gatto killer!", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2016

"Buon compleanno, gatto killer!", illustrazioni di Andrea Musso, Sonda, 2017