Giardino, Vittorio

Persona

Vittorio Giardino al Festivaletteratura 1998 - © Festivaletteratura

Nato a Bologna nel 1946, Vittorio Giardino si laurea in Ingegneria elettronica. All'età di trentun anni abbandona la professione per dedicarsi ai fumetti, esordendo su alcune riviste amatoriali. Nel 1979 pubblica la prima storia dell'ironico e amaro detective privato Sam Pezzo sulle pagine de "Il Mago", mentre nel 1981 crea per la rivista "Orient Express" Max Friedman, protagonista di avventure di spionaggio ambientate negli anni Quaranta; la prima tra queste, "Rapsodia ungherese", viene pubblicata in un libro l'anno seguente e procura al suo autore i primi importanti premi. Nel 1984 pubblica le prime storie di Little Ego, una deliziosa sognatrice ossessionata dalle sue fantasie, rivisitazione ironicamente erotica di Little Nemo di Winsor Mc Cay. Nel 1991 prosegue la sua attività lavorando al nuovo personaggio di Jonas Fink, che vede la luce sulle pagine della rivista "Il Grifo" per il quale riceve il premio Alph-Art al salone di Angoulême (1995) e l'Harvey Awards al San Diego Comic Con (1998). Nel 2005 pubblica l'album "Eva Miranda", soap-opera a fumetti, completa di spot pubblicitari. Vittorio Giardino lavora anche nel campo dell'illustrazione per "Vogue", "Je Bouquine" e "Mosquito", e dell'affiche; realizza inoltre litografie e serigrafie.

I1979, Vittorio Giardino graduated in electronic engineering, a field he abandoned nine years later to devote himself to comic strips. He started his career by working for "Città Futura" and, in 1979, created the bitter ironical character of Sam Pezzo for the "Mago" strips. In 1982 he created Max Friedman for "Orient Express", the protagonist of spy-stories from the 40's. In 1984, on "Glamour", appears Little Ego, a lovely dreamy girl obsessed by her own erotic fantasies. He presently works at the new series of Jonas Fink, Angoulème award 1995.

Bibliografia

"Sam Pezzo", L'isola trovata, 1981 (Gruppo Editoriale L'Espresso, 2006)
"Rapsodia ungherese", L'isola trovata, 1982 (Lizard, 2004)
"Shit City", L'Isola trovata, 1985
"Vittorio Giardino", L'arca perduta,1986
"La porta d'Oriente", Milano libri, 1987 (Lizard, 2000)
"Vacanze fatali", Editori del Grifo, 1989 (Rizzoli Lizard, 2009)
"Little Ego", Glamour International Production, 1990 (Lizard, 2006)
Pier Mario Fasanotti, "Partita a tre", con illustrazioni di Vittorio Giardino, EL, 1990 (1997)
Pier Mario Fasanotti, "I due antipatici", con illustrazioni di Vittorio Giardino, E.Elle, 1991
"Jonas Fink. L'infanzia", Lizard, 1997
"Jonas Fink. L'adolescenza", Lizard, 1998
"Viaggi inquieti. 4 racconti", con Pierfrancesco Prosperi, Lizard, 1999
"No pasarán. Una storia di Max Fridman", Lizard, 2000 (Rizzoli Lizard, 2011)
"Spazio d'autore. Tavole fuori testo", Lizard, 2001
"Max Fridman", La Repubblica, 2003 (Mondadori, 2009)
"Tra romanzo e regia", V. Pavesio, 2003
"Calma, lusso e voluttà", Lizard, 2004
"Cad girl", Di, 2005
"Eva Miranda", Lizard, 2005
"Lusso. L'eterno desiderio del superfluo", Grifo Edizioni, 2007
"Tratti d'autore", Edizioni Di, 2008
"La metà seducente", Edizioni Di, 2009
"Calma", Grifo Edizioni, 2009
"Voluttà. Folle estasi d'armoniose curve", Grifo Edizioni, 2010