Vecchioni, Roberto

Persona

Roberto Vecchioni al Festivaletteratura 2006 - ©Festivaletteratura

Roberto Vecchioni è nato a Carate Brianza il 25 giugno 1943 da genitori napoletani. Laureatosi nel 1968 in lettere antiche presso l'Università Cattolica di Milano, vi resterà ancora per due anni come assistente di Storia delle religioni. Prosegue poi per trent'anni la sua attività d'insegnante di greco, latino, italiano e storia in vari licei classici di Milano e di Brescia per poi passare all'insegnamento universitario. Dal 2001 al 2003 tiene un corso di Forme di poesia in musica all'Università di Torino; nel 2004-2005 all'Università di Teramo e dal 2006 all'Università di Pavia. La sua attività nel mondo della musica inizia negli anni Sessanta, quando comincia a scrivere canzoni per artisti già affermati (Vanoni, Zanicchi, Cinquetti, Michele), collaborazioni che riprenderà più tardi anche per Gianna Nannini, Anna Oxa, Patty Pravo, e Salvatore Adamo. Nel 1971 incide l'album d'esordio "Parabola", che contiene la celebre canzone "Luci a San Siro". Nel 1973 partecipa al Festival di Sanremo con "L'uomo che si gioca il cielo a dadi" e nel 1974 vince il premio della critica discografica come miglior disco dell'anno per "Il re non si diverte". Il successo di pubblico arriva nel 1977 con l'album "Samarcanda". Di lì prosegue una fulgida e pluripremiata carriera musicale, sempre aperta a molteplici influenze musicali, come testimonia il progetto "Luci a San Siro di questa sera", in cui negli anni Duemila rivista le sue canzoni in chiave jazzistica. Seguono altri raffinatissimi album che ottengono un vasto consenso ("Di rabbia e di stelle", "In Cantus") fino al 2011, anno in cui vince il festival di Sanremo con la canzone "Chiamami amore", che dà il titolo all'omonimo album. Nello stesso anno pubblica "I colori del buio", prima antologia ufficiale di una produzione trentennale. Vecchioni ha anche scritto racconti e poesie, oltre a raccolte di testi per canzoni. Il suo libro più recente è "Scacco a Dio".

Roberto Vecchioni was born in Milan in 1943 to Neapolitan parents. In 1968 he graduated in Classical Studies at Università Cattolica del Sacro Cuore in Milan and taught Greek and Latin in Italian grammar schools for thirty years, before retiring. He teaches Poetry and Music Forms at Università di Torino. In the 60's he started writing songs for artists such as Vanoni, Mina, Zanicchi or Cinquetti; eventually in the 70's he started to sing his own songs, taking part at Sanremo song contest with "L'uomo che si gioca il cielo ai dadi". In 1977 he became very famous with the public with his album "Samarcanda", followed by "Robinson" (1980), "Milady" (1989), "Per amore mio" (1991), "Camper (1992 - with which he won Festivalbar with his best single of the year "Voglio una donna"), "Blumùn" (1993), "El Bandolero Stanco" (1997), "Il Lanciatore di coltelli" (2002). He composed 25 albums, and sold over 6 million copies. In 1974 he won the record industry criticism prize with his album "Il re non si diverte" and in 1983 he won the Tenco prize. Vecchioni has also written some books of poetry and stories, besides writing many lyrics.

Bibliografia

"Viaggi del tempo immobile", Einaudi, 1996 (2004)
"Le parole non le portano le cicogne", Einaudi, 2000 (2005)
"Parole e canzoni" con videocassetta, Einaudi, 2001
"Il libraio di Selinunte", Einaudi, 2004 (2007)
"Diario di un gatto con gli stivali", Einaudi, 2006 (2007)
"Samarcanda", con cd audio, Gallucci, 2007
"Di sogni e D'amore. Poesie 1960-1964", Frassinelli, 2007
"Scacco a Dio", Einaudi, 2009 (2011)