Scibona, Salvatore

Persona

Salvatore Scibona al Festivaletteratura 2011 - ©Festivaletteratura

Salvatore Scibona è nato nel 1975 a Cleveland, in Ohio, da una famiglia di origini siciliane. Attualmente dirige il Cullman Center della New York Public Library. Dopo gli studi in Scrittura creativa all'Università dell'Iowa è venuto in Italia per conoscere il paese dei suoi antenati, imparare l'italiano e compiere ricerche per il suo primo romanzo, La fine, grazie al quale è stato inserito nella lista dei 20 migliori scrittori Under 40 stilata dal New Yorker ed è entrato nella shortlist del National Book Award. Questa convincente opera d'esordio, ambientata negli anni Cinquanta tra gli immigrati della comunità italoamericana di Cleveland e tradotta in più paesi, si colloca accanto a pietre miliari della letteratura statunitense del Novecento «grazie a una scrittura ipnotica, che coniuga l'andamento narrativo dal passo cinematografico al respiro del classico» (Gian Paolo Serino su Il Giornale). Dopo anni di lavoro, nel 2019 Scibona firma il suo secondo romanzo, Il volontario, un'epopea che attraverso le vicissitudini di Vollie Frade, reduce del Vietnam alla ricerca di una nuova vita, riesce a penetrare nelle ombre e nei fallimenti del sogno americano.

(foto: © Festivaletteratura)

Born in Cleveland, USA in 1975, in 2010, Salvatore Scibona was included by the New Yorker in the 20 best English-speaking writers under 40. "La fine", his first novel was shortlisted at the 2008 del National Book Award, and 2009 he won two important prizes: the Young Lions Fiction Award and the Whiting Writers' Award. "La fine" has been published in the USA, France, Germany and Italy.

Bibliografia

La fine, 66thand2nd, 2011

Il volontario, 66thand2nd, 2019 (in uscita)