Bucciarelli, Elisabetta

Persona

Elisabetta Bucciarelli al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Narratrice e drammaturga, Elisabetta Bucciarelli ha scritto per il teatro, il cinema e la televisione. Diplomata presso il Laboratorio di Scrittura Drammaturgica del Piccolo Teatro di Milano, ha esordito ventenne con il testo Forte come un toro; è stata poi coautrice di diverse commedie teatrali e per il cinema ha co-sceneggiato e firmato i soggetti di corti e mediometraggi, lavorando insieme a registi come Roberta Torre e Daniele Pignatelli. Dal 2004 si è occupata di format televisivi, ha scritto alcuni noir d'arte per ArtNews (Rai Educational) e collaborato agli approfondimenti culturali di Booksweb.tv. Con il romanzo Happy Hour, nel 2005 ha inaugurato una serie di gialli con protagonista l'ispettrice milanese Maria Dolores Vergani, culminata nel 2013 con Dritto al cuore. Grazie a Io ti perdono e Ti voglio credere ha vinto il Premio Fedeli e il Premio Scerbanenco. Ha firmato numerosi racconti, distribuiti tra quotidiani (italiani e stranieri) e antologie. Nel 2013 è tornata al teatro con il radiodramma L'etica del parcheggio abusivo, messo in scena con la regia di Sergio Ferrentino. Da allora ha pubblicato un saggio sul mestiere del narratore (Scrivo dunque sono) e, nel 2015, il romanzo La resistenza del maschio. Per l'editore Caracò ha curato nel 2017 l'antologia di racconti L'uomo nero. Stereotipi maschili raccontati dalle donne; nello stesso anno è uscito per Skira Chi ha bisogno di te.

(foto: © Festivaletteratura)

A writer and playwright, Elisabetta Bucciarelli wrote for the theatre, cinema and television. She studied at the Laboratorio di Scrittura Dramaturgia of Piccolo Teatro di Milano, she made her debut when she was twenty with the play "Forte come un toro". In 1990, she co-wrote the short film by Roberta Torre "Tempo da buttare" which was awarded a prize in Edinburgh the same year. In 1996, she wrote the plot and screenplay of the medium-length film "Amati Matti" directed by Daniele Pignatelli and the actor Giuseppe Battistoni. The film received a special mention by the jury of 53rd Cinema Biennale in Venice. Since 2004, she has been scriptwriting for TV. Actually she proposes a weekly poetical lecture on "Bookblister". In 2005, she started the mystery books with the Milanese protagonist Maria Doloers Vergani, with the famous "Dritto al cuore" (2013). She wrote several short stories published in newspapers and anthologies. In 2013, she went back to theatre with "L'etica del parcheggio abusivo". Then she published the essay on writing "Scrivo dunque sono" (2014) and, in 2015, the novel "La resistenza del maschio". For Caracò she edited in 2017 "L'uomo nero. Stereotipi maschili raccontati dalle donne", an anthology of short stories, followed by the book "Chi ha bisogno di te".

(photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

Io sono quello che scrivo. La scrittura come atto terapeutico, Calderini, 1998

La professione della scrittura. Come trasformare una passione in un mestiere di successo, Il Sole 24 Ore Edagricole, 2001

Happy hour, Mursia, 2005

Femmina de luxe, Perdisa Pop, 2008 (Feltrinelli Zoom, 2013)

Io ti perdono, Kowalski, 2009

Ti voglio credere, Kowalski, 2010

Corpi di scarto, Edizioni Ambiente, 2011

L'etica del parcheggio abusivo. Con l'adattamento di S. Ferrentino, Feltrinelli, 2013

Dritto al cuore, E/O, 2013

Scrivo dunque sono. Trovare le parole giuste per vivere e raccontarsi, Ponte alle Grazie, 2014

La resistenza del maschio, NN Editore, 2015

M, FuocoFuochino, 2016

AA.VV., L'uomo nero. Stereotipi maschili raccontati dalle donne, a cura di Elisabetta Bucciarelli, Caracò, 2017

Chi ha bisogno di te, Skira, 2017

15Eventi correlati

11Audio correlati