Borrelli, Mimmo

Persona

Mimmo Borrelli al Festivaletteratura 2019 - ©Festivaletteratura

Attore, poeta, drammaturgo e regista teatrale (Napoli, 1979), è originario di Torregaveta, epicentro dei Campi Flegrei, in cui ambienta tutte le sue pièce reinterpretando i dialetti della terra natia. Nei primi anni della sua carriera collabora con le molteplici realtà del panorama teatrale napoletano e con il Teatro Stabile di Torino, dando vita anche a collaborazioni come attore e burattinaio e intrecciando l'esperienza di cantante attore con quella del teatro di figura di strada. Come autore si afferma grazie alla vittoria del Premio Riccione nel 2005 e nel 2007, riscuotendo il plauso dei giurati (Franco Quadri, Luca Ronconi, Renata Molinari, Ottavia Piccolo, Maria Grazia Gregori, Roberto Andò, Vittorio Sermonti, Renato Palazzi, Oliviero Ponte di Pino, Renzo Tian), che già da allora lo salutano come «uno scrittore furibondo, fluviale, forte, già importante, con un'acuta sensibilità linguistica e un coraggio da leone». Ha firmato e interpretato spettacoli di enorme successo di pubblico e critica (Malacrescita, Napucalisse, 'Nzularchia). Nel dicembre 2013 si è aggiudicato all'unanimità il Premio Testori con La madre: 'i figlie so' piezze 'i sfaccimme. Nel 2014 ha dato vita a un progetto di seminari e ricerche antropologiche presso la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio – nota come la chiesa delle "capuzzelle" –, esperienza da cui è nata Opera Pezzentella, un allestimento teatrale osannato sia per il coinvolgimento di un gruppo di giovanissimi attori e debuttanti che per la regia. Nel 2015 fonda l'Efestoval nei Campi Flegrei e, nello stesso anno, trionfa al Premio 'Concetta Barra' e ancora ai Premi Hystrio, dove attiva una collaborazione programmatica e costante col Piccolo di Milano. Insieme a Roberto Saviano firma e mette in scena il testo Sanghenapule: vita straordinaria di San Gennaro, confermandosi una delle personalità più importanti del teatro italiano contemporaneo. Nel 2017, in concorso alla Biennale di Venezia, debutta al cinema da protagonista con il lungometraggio L'equilibrio di Vincenzo Marra.
 

Bibliografia

Non disponibile