Biblioteca Mediateca Gino Baratta

Corso Giuseppe Garibaldi, 88, Mantova

Sull'area dell'antica chiesa di S. Antonio (XIV sec.) fu eretto, nel 1872, il pubblico macello su progetto e sotto la guida dell'architetto bresciano Giovanni Cherubini (1805-1882). Dismessa la sua funzione nel 1973, l'edificio, interamente recuperato nei primi anni '80 su progetto dell'architetto Adolfo Poltronieri, è ora destinato a ospitare la Biblioteca-Mediateca Baratta ed altre istituzioni culturali. Il centro è dedicato al critico di letteratura e arte Gino Baratta che nel 1956, ancora studente universitario, con altri diede vita a Mantova al «Gruppo di cultura moderna», associazione di intellettuali tesa all'interpretazione delle realtà artistiche e letterarie contemporanee.
Il nuovo complesso integra la rete dei servizi culturali della città rendendo accessibile un patrimonio documentario e librario rivolto al sapere contemporaneo nelle sue diverse espressioni.
In 1872 Giovanni Cherubini (1805-1882), an architect from Brescia, built the public slaughterhouse on the site of the ancient Sant'Antonio church (XIV century). The building, no longer serving as a slaughterhouse since 1973, was restored at the beginning of the eighties by the architect Adolfo Poltronieri. It hosts now various cultural insitutions. The centre is dedicated to the literature and art scholar Gino Baratta, who created the «Modern culture group» in Mantua in 1956, whose purpose was the interpretation of contemporary literary and artistic trends. This new complex belongs to the net of cultural facilities in Mantua, putting at its inhabitants' disposal a wide range of books and materials about contemporary culture.

Sito della Biblioteca Mediateca Gino Baratta:
http://www.bibliotecabaratta.it

Eventi correlati

Audio correlati