04/09/2003 - Balla coi libri

BALLA COI LIBRI
. Danze dalle province zingare italiane con gli Acquaragia Drom e


2003_09_04_062

Il legame tra danza e letteratura è un legame antico. Festivaletteratura vuole celebrare questo lungo e ricambiato amore con una festa di letture e di danze, a cui scrittori e pubblico sono invitati a partecipare e a ballare. Ogni sera un ritmo diverso e autori a sorpresa.
 Elia Ciricillo: voce, chitarra, tamburelli; Rita Tumminia: organetto, Erasmo Treglia: violino, tromba de' zingari, ciaramella; Paolo Rocca: clarinetto, clarone.



Battello ore 22.00

English version not available

Italiano

Chi legge non balla. Ma dov è scritto? Sicuramente in nessun libro! E ieri sera ce l'hanno dimostrato a suon di musica gli Acquaragia Drom, Erri De Luca e Carmine Abate. Sin dal primo accordo infatti, lettori e no si sono scatenati al suono della trascinante melodia della musica zingara delle province italiane. Le danze sono state aperte ma solo dopo una piccola introduzione, che ha avuto come protagonisti Carmine Abate con la lettura di un estratto dal suo libro "Il ballo tondo", Erri De Luca che ci ha narrato la sua sfortunata carriera di ballerino inibita da un ingombrante 45 di piede, e due zingari militanti: Erasmo Treglia e Elia Ciricillo, leaders del gruppo. Siamo così venuti a conoscenza di un piccolo paesino chiamato Sant'Elia a Pianisi, in provincia di Campobasso, dove sono ambientate molte delle ballate zingaresche. Ci viene inoltre rivelato un altro segreto della cultura rom: ballare è come una lettura profonda che ci guida nella conoscenza di noi stessi. È stato così che abbiamo potuto ballare coi libri!

1Luoghi collegati