09/09/2006 - Blurandevù

BLURANDEVÙ
. Appuntamenti in blu: gli autori rispondono alle domande dei volontari-conduttori di Festivaletteratura


2006_09_09_BLU2030

Dacia Maraini è senz'altro una delle protagoniste della letteratura italiana contemporanea. La sua produzione spazia dalla poesia al teatro, dalla saggistica alla narrativa. Il suo ultimo romanzo è "Colomba" (2004). Il confronto con i ragazzi di "Blurandevù" si propone come un dialogo tra generazioni sulla passione per la letteratura.



L'evento "Blurandevù" con Dacia Maraini ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente il suo svolgimento era previsto per il giorno 7 Settembre alle ore 22.30.

English version not available

Italiano

Il secondo appuntamento serale del Blurandevù. Ospite 'la signora dai capelli corti' (personaggio di "Colomba", ultimo sforzo letterario di Dacia Maraini) e la sua autrice. Il tendone di Piazza Virgiliana è pieno, l'incontro è piacevole e il salotto ricostruito sul palco sembra allargarsi a tutta la platea. Prima dell'intervista i ragazzi hanno messo in scena l'incipit di "Colomba", metaforica descrizione dell'incontro dell'autrice con i suoi personaggi che si ripete ogni volta che inizia a scrivere un nuovo libro. Dacia Maraini, rispondendo alle domande di organizzatori e pubblico, inizia a raccontare gli incerti inizi della sua carriera segnata dalle difficoltà economiche: «Quando ero piccola in casa non c'era il pane, in compenso ero circondata da libri. Da buoni libri!». E così spiega come, crescendo in una famiglia di scrittori abbia ereditato la capacità di scrivere: «Scrivere è come giocare con il corpo della mamma». L'autrice ha poi continuato parlando delle sue prime prime esperienze come galoppina di una giornalista inglese, delle sue amicizie, delle sue passioni come quella per i dialetti. E parlando di sé ha anche tracciato un affresco dell'Italia attraverso i suoi occhi senza paura di confessare le sue angosce come l'inquietudine che le incutono le persone che, più o meno volontariamente, scompaiono dalla loro vita senza lasciare tracce, magari per crearsene una nuova. Le luci del salotto si sono spente e tutti sono tornati a casa sperando che Dacia Maraini continui a giocare con il corpo materno.

1Persone correlate

1Luoghi collegati