08/09/2006

Yasmina Khadra con Fabio Gambaro


2006_09_08_079

Yasmina Khadra ha pubblicato numerosi libri prima di rivelare, in un'intervista a "Le Monde", la sua vera identità: quella di un giovane ufficiale dell'esercito algerino, costretto a usare il nome della moglie per evitare la censura. Interprete di primo piano del noir contemporaneo, l'autore di "L'attentato" si distingue per la sua capacità di coniugare una narrazione viva, rapida, 'all'ultimo respiro' a una sapiente ironia, usando un francese estremamente ricercato e colto. Lo incontra il giornalista Fabio Gambaro.


English version not available

Italiano
Francese

Yasmina Khadra è uno scrittore algerino che ha usato il nome della moglie per sfuggire alle minacce del governo a causa dei suoi romanzi sull'integralismo. Ha dovuto lasciare l'esercito dopo 36 anni di servizio e si è trasferito in Francia dove ha iniziato una nuova vita da scrittore e dove i suoi libri sono stati tradotti e diffusi in 22 lingue. Il suo compito è di fare capire che la pace non ha bandiera, che occorre un impegno internazionale al fine di sradicare i regimi arabi di cui il popolo è vittima. Khadra porta avanti la sua idea: siamo tutti uguali e tutte le culture hanno contribuito a fare progredire l'umanità, bisogna solo instaurare il dialogo senza pressioni politiche che non vogliono fare cessare un conflitto che ha per loro un ritorno politico ed economico.

1Luoghi collegati

1Enti correlati