04/09/2008 - Scintille. Trenta minuti di improvvisa energia

PER UN PUGNO DI RISO


2008_09_04_SCINT1500

Nel mondo c'è da mangiare per tutti, ma oltre un miliardo di persone soffre la fame. Secondo Loretta Napoleoni la strada per uscirne esiste: là dove etica ed economia si incontrano.


English version not available

Italiano

"Scintille": trenta minuti, per esporre un problema dalle mille facce come quello della fame nel mondo, sono effettivamente pochi. Un'improvvisa esplosione di 'energia' che a lungo andare tende a spegnersi in giri di parole, i quali devono giustificare il perché di alcune statistiche che le Nazioni Unite hanno rilevato sul problema che ultimamente sta attanagliando il mondo: la scarsità di cibo. Loretta Napoleoni ha tentato di dare la sua idea su come potersi liberare da questa 'trappola'. In primis, il pensiero che è affiorato dal suo monologo per fermare il problema, è quello di eliminare o perlomeno ridurre il tasso di speculazione attorno alle materie prime, come frumento e petrolio; le quali, se colpite da speculazione, rischiano di dar vita ad un vero e proprio circolo vizioso che finisce per strozzare noi consumatori.

1Luoghi collegati

21Eventi collegati