07/09/2008 - Scintille. Trenta minuti di improvvisa energia

RAPIDAMENTE

2008_09_07_SCINT1500

Come si riesce a far precipitare gli eventi e a far prendere alle storie un ritmo bruciante. Carlo Lucarelli in una scintilla. 


English version not available

Italiano

"Scintille" è un format di 30 minuti, rigorosamente cronometrati, dedicati agli argomenti più diversi. Oggi è stato il turno di Carlo Lucarelli che, sotto la Tenda Sordello, ha parlato di come far prendere agli eventi un ritmo bruciante, un andamento diverso dalla normale routine.
«È proprio partendo dalla rottura della routine», ha sostenuto Lucarelli, «che spesso prende il via il tutto». A volte basta fare per un solo giorno una strada diversa per andare a lavorare, e da quella piccolissima modifica può partire una catena di eventi imprevedibili, ognuno in grado di spostare il baricentro della storia di un piccolo granellino, fino ad arrivare a far precipitare del tutto la situazione.
Si parte così anche per scrivere un buon giallo: prima una serie di piccoli eventi inaspettati, che creano suspense e attesa ma senza rivelare nulla, poi, da un momento all'altro, la storia prende una piega inattesa, coinvolgendo sempre di più il lettore.
Come per l'incontro di Lucarelli: tutto il pubblico aspettava di sapere come sarebbe finita la storia che ha raccontato ma, proprio in quel momento, sono scaduti i 30 minuti della Scintilla. Chiusi i battenti e avanti il prossimo.

1Luoghi collegati

21Eventi collegati