07/09/2008 - Scintille. Trenta minuti di improvvisa energia

LA VIVACE INQUIETUDINE DEGLI EBREI


2008_09_07_SCINT1700

Alla precarietà dell'erranza legata alle proprie origini ebraiche, si deve - secondo Riccardo Calimani - la feconda creatività di alcune delle più affascinanti figure di intellettuali dell'Europa moderna.
 


English version not available

Italiano

Riccardo Calimani, in una "Scintilla" ricca di domande e curiosità, spiega agli ascoltatori, numerosi e attenti, il mondo ebraico: tradizioni, religione, ma anche molta storia.
Storia intrisa di contraddizioni, caratterizzata da precarietà, pregiudizi e tanta confusione, sulla quale si è cercato di far luce ripercorrendo gli avvenimenti principali e collegandosi a riferimenti attuali.
Particolare attenzione è stata data anche al significato di parole troppo spesso abusate, come 'semita', 'ebraico', 'israelita' e 'giudeo': utilizzate erroneamente come sinonimi, ma che in realtà presentano accezioni molto diverse.
Si è parlato di come sia difficile avvicinarsi alla cultura ebraica, che per alcuni aspetti può sembrare ostile (non basta credere per diventare un fedele, ma bisogna superare un esame dopo attenti studi), ma il cui vero scopo è testare le intenzioni di chi vuole farne parte.
Perché essere ebreo non è solo un concetto religioso, ma equivale a diventare testimone di un passato complesso e importante.

1Luoghi collegati

21Eventi collegati