07/09/2011 - Quaderni di scuola

QUADERNI DI SCUOLA. Centocinquant'anni di storia italiana letta attraverso i componimenti degli scolari

Evento ripetuto

La storia del nostro paese che si legge sui libri di scuola non è come quella che si legge sui quaderni. Le pagine dei quaderni compilati dagli scolari dall'Unità ad oggi ci restituiscono un'Italia in un processo di costante formazione: da una parte le istituzioni, che attraverso la scuola cercano di trasmettere e aggiornare saperi, valori e modelli sociali; dall'altra i bambini che frequentano le migliaia di scuole elementari italiane da nord a sud, portatori di culture e bisogni che mutano nel corso degli anni e che non sempre si conciliano con quello che la scuola propone. In questa interazione complessa e feconda tra maestri e scolari, i quaderni ci permettono di leggere i mutamenti, le tragedie, i sogni che hanno segnato il nostro paese. Così, a scuola, è cresciuta e continua a crescere la nostra comunità nazionale.
Nello spazio dei "Quaderni di scuola" sarà possibile sfogliare alcuni quaderni virtuali realizzati attraverso una selezione dei quaderni conservati presso i principali fondi documentari di quaderni scolastici italiani. Ogni quaderno virtuale raccoglie una serie di componimenti, in ordine cronologico, su un tema chiave della storia italiana: la nazione, la famiglia, il lavoro, il territorio, il costume, l'immaginario, la religione.

English version not available

Italiano

Quindici banchi di scuola. Davanti a loro una lavagna e una vecchia cartina della nostra penisola. Ma invece dei libri ogni banco è dotato di un modernissimo tablet. Questa volta, però, non sono usati per app futuristiche, ma per riscoprire i componimenti realizzati dagli studenti di tutta Italia a partire dal 1861 per arrivare fino ai nostri giorni. In questo modo si mischiano tra loro passato e futuro in "Quaderni di scuola", mostra/evento che si prefigge l'obiettivo di raccontare i centocinquant'anni del nostro Paese grazie ai temi e alle lettere degli scolari che fummo, raccolti durante un approfondito lavoro di ricerca e di digitalizzazione.
Sfogliando questi componimenti, tra un sorriso per un errore di ortografia e uno scaturito dalla lettura della particolare prospettiva con cui i bimbi osservano il mondo, si può osservare come sia cambiato nel corso di questo secolo e mezzo il concetto di famiglia, analizzando il rapporto tra genitori e figli, e il nostro stile di vita e costumi, partendo da una considerazione pressoché nulla della donna per arrivare fino alla sua (quasi) totale emancipazione. Tuttavia anche l'ambiente, con le campagne che lasciano il posto alle città, il lavoro, dal secondario al terziario, e il concetto stesso di identità nazionale, con una patria prima amata e ora quasi nemmeno presa in considerazione, se non per qualche mondiale sportivo.
Un caledoscopio di voci diverse, sia per epoche che per provenienza geografica, che nel complesso riescono a raccontare bene l'evoluzione dell'Italia unita (o «in un pezzo solo», come scritto e corretto da una maestra in uno dei temi consultabili all'interno di questa esposizione). 

1Luoghi collegati

7Eventi collegati

1Enti correlati