07/09/2017

PICCOLE GRANDI STORIE

2017_09_07_053

«Sono venute in soccorso la fantasia e soprattutto certe letture, fatte comodamente seduto, di vite scomode, di eroi lunatici, i romanzi di Charles-Ferdinand Ramuz, o i folli picari di alpeggio dipinti in lingua romancia da Leo Tuor, da Oscar Peer e da Arno Camenisch». Claudio Morandini, autore di piccole storie di montagna ("Neve, cane, piede" e "Le pietre"), cita Camenisch tra i suoi ispiratori, e a Mantova avrà finalmente l'occasione di incontrare l'autore svizzero di "Ultima sera" e "La cura", che scrive in tedesco e in romancio sursilvano. Le storie tragicomiche di Camenisch, caratterizzate da uno stile insieme raffinato e colloquiale, sono tradotte in diciotto lingue. Officerà il confronto tra i due narratori Marco Malvaldi. Con il sostegno di Pro Helvetia, Fondazione Svizzera per la cultura. L'evento 053 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente il suo svolgimento era previsto presso Palazzo San Sebastiano.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati