08/09/2017 - Blurandevù

BLURANDEVÙ. Volontari, all'intervista!

2017_09_08_BLU1900

Per Domenico Starnone scrivere è una sfacchinata: «non sono solo le dita che battono sui tasti ad affaticarsi, ma è tutto l'organismo. Si provano i sentimenti più diversi. (...) Si gesticola, si pronunciano parole a mezza bocca. Si suda molto, come se si trascinasse un peso su per una salita». Del resto, per l'autore di "Scherzetto" la scrittura non è stata una vocazione innata, o almeno non di quelle che chiedono di essere assecondate immediatamente: la scuola è stata il suo primo amore - "gli occhi che hai di fronte a te diventano vivi e tu stesso sei più vivo di quanto non fossi mai stato prima» -, ed è la scuola a fornire lo spunto per l'esordio narrativo di "Ex cattedra" e per molti altri libri successivi. La sua piena 'conversione' alla scrittura viene consacrata dal premio Strega vinto con "Via Gemito"; e oggi Starnone è considerato uno degli autori più raffinati e complessi della nostra narrativa. Di scuola, di vocazioni, e naturalmente di libri e letteratura, lo scrittore napoletano parla con i ragazzi di "Blurandevù".

"Blurandevù" è una delle azioni del progetto Read On cofinanziato dal programma Europa creativa dell'Unione europea.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Persone correlate

1Luoghi collegati

1Enti correlati