07/09/2019 - Meglio di un romanzo

SOTTO SFRATTO: UCCELLI SENZA MAPPA

2019_09_07_MDR1000

«Via Scorticabove è una strada della periferia nord-ovest di Roma». Il reportage di Francesca Cicculli – premiata dalle giurie di Meglio di un romanzo 2018 – parte da lì, dall'edificio giallo al civico 151, «che per più di dieci anni è stata la casa di una comunità di sudanesi, riconosciuti come rifugiati politici e affidati a una cooperativa poi coinvolta nell'inchiesta su Mafia Capitale». Dopo i ripetuti sgomberi del 2018 che hanno disperso la comunità, Francesca Cicculli ha cercato in questi mesi di mettersi sulle tracce di alcuni dei suoi componenti, tenendo un diario di testi e immagini sulle pagine del sito di Festivaletteratura. Le storie spezzate dei rifugiati di via Scorticabove, specchio di una politica dell'accoglienza inadeguata e assurda, vengono ora presentate a Francesca Mannocchi e Azzurra Meringolo, giornaliste esperte di fenomeni migratori e di relazioni geopolitiche.

English version not available

Italiano

1Luoghi collegati