Meglio di un romanzo

rassegna

L'avvento dell'era digitale ha segnato una radicale rivoluzione delle modalità di produzione e di accesso all'informazione. I media tradizionali non riescono più a competere nei tempi di diffusione delle notizie, ma è la stessa figura del giornalista che viene rimessa in discussione di fronte a forme libere e partecipate di informazione, rese possibili dalla facilità di accesso alle nuove tecnologie, dalla viralità dei social e da un desiderio di testimonianza, civico o narcisistico che sia.

Se le news oggi corrono rapide più che mai, sono i mutamenti profondi a reclamare di essere raccontati. Sono le storie di comunità, le vite emblematiche, le silenziose trasformazioni dei territori, i percorsi di persone e cose da un lato all'altro del mondo reale o virtuale ad arrivare tardi – o non arrivare affatto – alla nostra conoscenza. A fronte di un'overdose di aggiornamenti in tempo reale è sempre più diffusa l'esigenza di un'informazione più lenta, capace di immergersi in fatti, dettagli, dialoghi, impressioni e restituirne un racconto piuttosto che una frammentata sequenza di tweet. Un'esigenza di narrazione che spesso il romanzo contemporaneo non riesce a soddisfare, incapace di essere attuale, d'interpretare un'epoca.
Meglio di un romanzo è lo spazio che Festivaletteratura - in collaborazione con Luiss Creative Summer School - apre da quest'anno a progetti di gior- nalismo narrativo, a scritture di impianto documentaristico che si propongono di raccogliere storie taciute, apparentemente marginali, ma che sanno catturare il pubblico più e meglio di un romanzo.

Negli incontri di Meglio di un romanzo si potranno incontrare alcuni dei giornalisti della nuova generazione che, a livello internazionale, si stan- no proponendo come i più interessanti e innovativi interpreti della grande tradizione di giornalismo narrativo che risale a Truman Capote e Ryszard Kapuściński.

Nelle sessioni di pitching in piazza di Meglio di un romanzo (IN BOZZE) saranno invece giovanissimi aspiranti autori di reportage d'età compresa tra i 16 e i 22 anni a presentare i loro progetti ad alcuni professionisti del settore: un confronto aperto per capire come arriva in pagina (o sul web, o in video) un'idea giornalistica.

La scadenza per presentare i propri progetti è stata prorogata al 18 agosto. Per partecipare basta scrivere a megliodiunromanzo@festivaletteratura.it

Meglio di un romanzo rientra nel progetto 18+.