11/09/2020

NOTE A PIÈ DI PAGINA NELLA STORIA

2020_09_11_042

Riconosciuto fra i maggiori interpreti di una Europa unita nelle sue molteplici diversità, lo scrittore e accademico triestino Claudio Magris (Tempo curvo a KremsDanubio, il recente Croce del Sud) torna a Festivaletteratura dopo un lustro, per dialogare insieme ad Alberto Rollo (Un'educazione milanese) su un tema a lui caro, quel rapporto tra vita e finzione letteraria attraverso il quale le storie degli individui si intersecano con le storie dei territori da loro percorsi e con le vicende di un quadro globalmente più ampio. Questa è la capacità della grande letteratura: «trasformare il personaggio in persona, mantenerne intatte le peculiarità e dotarlo allo stesso tempo di tutte quelle caratteristiche che ci permettono di riconoscerlo come uno di noi, la cui storia non ci è estranea, e possiamo leggerla come metafora di una storia universale».


Claudio Magris interverrà in collegamento streaming.


L'evento 095 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Inizialmente era prevista la presenza di Carlo Ossola, successivamente sostituito da Alberto Rollo. 

English version not available

Italiano

1Luoghi collegati