Enzensberger, Hans Magnus

Persona

Hans Magnus Enzensberger ha studiato Letteratura tedesca, Filosofia e Lingue presso le Università di Erlangen, Friburgo, Amburgo e presso la Sorbona di Parigi. Nel 1955 ha ottenuto il titolo di dottore di ricerca in Filosofia. Nel 1965 fonda la rivista "Kursbuch", tra le più vivaci della Repubblica Federale Tedesca. È al tempo stesso professore universitario, saggista, giornalista, traduttore, critico, ed è considerato uno dei poeti più interessanti del Novecento. Le sue poesie mettono a segno in particolare una critica feroce ed amara nei confronti della società tedesca del dopoguerra. Il suo studio della letteratura e della poesia lo ha portato a tradurre liriche dall'inglese, dal francese, dallo spagnolo, dall'italiano e dallo svedese. È stato insignito di numerosi premi ed onorificenze, tra cui nel 1963 il Premio Georg Brüchner e nel 1967 il Premio culturale della città di Norimberga.

Hans Magnus Enzensberger studied German Literature, Philosophy and Languages at the University of Erlangen, Friburg, Hamburg and at La Sorbonne in Paris. In 1955 he obtained his PhD in philosophy. In 1965 he founded the magazine "Kursbuch", one of the liveliest of the Federal Republic of Germany. He is also a professor, essayist, journalist, translator, and critic and is considered one of the most interesting poets of the 20th century. His poems are characterized by a fierce and bitter criticism against post-war German society. His interest in literature and poetry led him to translate poems from English, Spanish, French, Italian and Swedish. He has been awarded many honours and prizes including: in 1963 the Georg Brüchner Prize and in 1967 the Cultural Prize of the City of Nuremberg.

Bibliografia

"Ah, Europa!", Garzanti, 1989
"Mediocrità e follia. Considerazioni sparse", Garzanti, 1991
"La grande migrazione", Einaudi, 1993
"In difesa della normalità e altri scritti", Mondadori, 1994
"Prospettive sulla guerra civile", Einaudi, 1994
"Abbasso Goethe", Donzelli, 1996
"Il mago dei numeri", Einaudi, 1997 (2005)
"La breve estate dell'anarchia. Vita e morte di Buenaventura Durruti", Feltrinelli, 1997
"Musica del futuro", Einaudi, 1997
"Ma dove sono finito?", Einaudi, 1998
"Politica e crimine. Nove saggi", Bollati Boringhieri, 1998
"Questioni di dettaglio. Poesia, politica e industria della cultura", E/O, 1998
"Zig zag. Saggi sul tempo, il potere e lo stile", Einaudi, 1999
"Più leggeri dell'aria", Einaudi, 2001
"Il teatro dell'intelligenza", Interlinea, 2002
"Esterhazy. Storia di un coniglio" con Irene Dische, Einaudi, 2002
"Gli elisir della scienza", Einaudi, 2004
"Dialoghi tra immortali, morti e viventi", SE, 2004
"Che noia la poesia. Pronto soccorso per lettori stressati" con Alfonso Berardinelli, Einaudi, 2006
"Il perdente radicale", Einaudi, 2007
"Nel labirinto dell'intelligenza", Einaudi, 2008