Erbani, Francesco

Persona

Francesco Erbani al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Francesco Erbani, giornalista e pubblicista, lavora nella redazione culturale di Repubblica. Nel 2003 ha vinto il Premio Internazionale di Giornalismo civile. Si occupa da anni di inchieste legate ai casi più eclatanti di degrado urbanistico e ambientale sul territorio italiano. Per la casa editrice Laterza ha esordito con il volume Uno strano italiano, biografia dell'architetto, urbanista e uomo di cultura Antonio Iannello, che per quarant'anni è stato artefice di battaglie ambientalistiche. Sempre per Laterza ha pubblicato il saggio L'Italia maltrattata e, nel 2004, La cultura degli italiani, un libro-intervista con Tullio De Mauro. Nel 2005 ha curato l'antologia in cinque volumi L'Espresso. 50 anni; nel settembre 2006 una riedizione de I vandali in casa di Antonio Cederna, accompagnata da due scritti a suo nome. In seguito al terremoto d'Abruzzo e alla distruzione del centro storico dell'Aquila, nel 2010 firma Il disastro, libro in cui vengono analizzati i nodi cruciali del dopo terremoto e della fase di ricostruzione. Una puntuale disamina della cattiva amministrazione di alcune realtà urbane e archeologiche è ancora al centro di un'intervista a Leonardo Benevolo (La fine delle città) e dei saggi Roma. Il tramonto della città pubblica, Pompei, Italia, Roma disfatta (con Vezio De Lucia) e Non è triste Venezia. Nel 2019 ha pubblicato per Einaudi L'Italia che non ci sta. Viaggio in un paese diverso.

(foto: © Festivaletteratura)

Francesco Erbani, a journalist, works for the cultural editorial office of "la Repubblica". With Laterza Publishing House, he has published "Uno strano italiano. Antonio Iannello e lo scempio dell'ambiente" [A strange Italian. Antonio Ianello and the destruction of our environment (biography of an architect, town planner and man of culture, campaigner of environment battles for over forty years)] and "L'Italia maltrattata" [Mistreated Italy]; the essay "La vita culturale" [Cultural Life] appeared on "Roma del Duemila" (edited by L. De Rosa, 2000). In 2004, with Tullio De Mauro, he edited the book-interview "La cultura degli italiani" [The Italians' culture], and in 2005 he worked on the 5-volume anthology "L'Espresso. Cinquant'anni". In September 2006, a re-proposition of "I vandali in casa" by Antonio Cederna will be published, edited by Erbani and containing two essays by him. In 2003, he was the recipient of the Giornalismo Civile Prize. In 2010, following the earthquake in the Abruzzo region he wrote "Il disastro" where the process of reconstruction is carefully analyzed.

Bibliografia

Uno strano italiano. Antonio Iannello e lo scempio dell'ambiente, Laterza, 2002

L'Italia maltrattata, Laterza, 2003

La cultura degli italiani, con Tullio De Mauro, Laterza, 2004 (2010)

L'Espresso. 50 anni, Editoriale L'Espresso, 2005

Il disastro. L'Aquila dopo il terremoto: le scelte e le colpe, Laterza, 2010

La fine delle città, con Leonardo Benevolo, Laterza, 2011

Antonio Cederna. Una vita per la città, il paesaggio, la bellezza, La Biblioteca del Cigno, 2012 (Corte del Fontego, 2013)

Roma. Il tramonto della città pubblica, Laterza, 2013

Pompei, Italia, Feltrinelli, 2015

Roma Disfatta. Perché la Capitale non è più una città e cosa fare per ridarle una dimensione pubblica, con Vezio De Lucia, Castelvecchi, 2016

Non è triste Venezia. Pietre, acque, persone. Reportage narrativo da una città che deve ricominciare, Manni, 2018

L'Italia che non ci sta. Viaggio in un paese diverso, Einaudi, 2019

13Eventi correlati