Igort

Persona

Igort al Festivaletteratura 2019 - ©Festivaletteratura

Igor Tuveri, in arte Igort (Cagliari, 1958), lavora da oltre quarant'anni come autore di storie a fumetti, illustratore, designer e musicista. Tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta inizia a pubblicare le sue opere sulle pagine di riviste nazionali (Linus, Alter Alter, Frigidaire) e internazionali (Metal Hurlant, L'Écho des Savanes, Vanity, The Face). Nello stesso periodo fonda a Bologna insieme a Daniele Brolli, Giorgio Carpinteri, Jerry Kramsky, Marcello Iori e Lorenzo Mattotti il gruppo 'Valvoline', un collettivo di artisti che nel 1983 firma un inserto all'interno di Alter Alter, segnando una pagina fondamentale nella storia del fumetto italiano. Artista eclettico, con all'attivo mostre alla Biennale di Venezia, a New York, Tokyo, Parigi, Ginevra e Milano, ha registrato album e canzoni con formazioni di musica pop ed elettronica (Radetzky e gli isotopi, Slava Trudu, Los tres Caballeros, Maccaroni Circus, Igort & Lo Ciceros). I suoi lavori, oltre che in Europa, sono stati pubblicati in America e in Giappone, paese, quest'ultimo, in cui Igort ha vissuto per oltre quindici anni dal 1996, collaborando con prestigiose case editrici (Magazine House, Hon Hon Do, Kodansha) e facendosi conoscere come primo autore italiano di manga. Nel 2016 è stato premiato al Comicon come migliore disegnatore e al Lucca Comics come migliore autore; si è inoltre aggiudicato il Premio Napoli per la diffusione della cultura italiana e il Premio Romics alla carriera 2017. Dal 2018 è direttore editoriale della rivista Linus; dirige inoltre la casa editrice Oblomov Edizioni, con sede a Quartu Sant'Elena (CA). Nel recente Kokoro. Il suono nascosto delle cose (2019) ha attinto ai propri taccuini di viaggio per raccontare l'incontro con alcuni tra i più importanti esponenti della cultura giapponese, dal compositore Ryuichi Sakamoto al geniale regista e fumettista Katsuhiro Otomo, passando per la regina del manga Rumiko Takahashi. Prossimamente è prevista l'uscita di 5 è il numero perfetto, il primo lungometraggio tratto da uno dei suoi capolavori a fumetti che segna anche il suo esordio alla regia, con Toni Servillo nella parte del killer Peppino Lo Cicero.
 

Igor Tuveri, aka Igort (Cagliari, 1958), has worked for over forty years as a comic book author, illustrator, designer, writer and musician, living between Paris and Sardinia. In the late 1970s and early 1980s, he started publishing his work in national ("Linus", "Alter", "Frigidaire") and international ("Metal Hurlant", "L'echo des Savanes", "Vanity", "The Face") publications. In the same period, together with Daniele Brolli, Giorgio Carpinteri, Jerry Kramsky, Marcello Iori and Lorenzo Mattotti he formed the group 'Valvoline', an arts collective who, in 1983, became an insert in "Alter Alter", marking a fundamental moment in the history of Italian comics. An eclectic artist, with exhibitions at the Venice Biennale, in New York, Tokyo, Paris, Geneva and Milan, as well as working partnerships in the field of design (Studio Alchimia, Swatch, Alessi, Memphis, and others), he has recorded albums and singles with pop and electronic groups (Radetzky e gli isotopi, Slava Trudu, Los tres Caballeros, Maccaroni Circus, Igort & Lo Ciceros). His works have been published in Europe, America and Japan, the latter having been home to Igort since 1996, working with renowned publishing houses (Magazine House, Hon Hon Do, Kodansha) becoming known as the first Italian manga author. He has been head of the publishing house Coconino Press, based in Bologna, since 2000. (photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

Goodbye Baobab, Libri, 1987

Nerboruto, Becassine, 1987

La léthargie des sentiments, Albin Michel, 1988

Dulled Feelings, Catalan comunications, 1990

L'enfer des désirs, les Humanoides associés 1991

That's all Folks, Granata Press, 1993

Il letargo dei sentimenti, Granata Press, 1993

Cartoon Aristocracy, Carbone, 1994

Perfetti e visibili, Skira, 1996

Yuri, Kodansha, 1996

Brillo. I segreti del bosco antico, De Agostini, 1997

Sinatra, Coconino Press, 2000

City lights, Coconino Press, 2001

5 è il numero perfetto. 1994-2002, Coconino Press, 2002 (2015)

Yuri. Asa Nisi Masa, Coconino Press, 2003

Brillo. Croniche di Fafifurnia, Coconino Press, 2003

Baobab 1, Coconino Press, 2004

Fats Waller, con Sampayo Carlos, Coconino Press, 2005 (2009)

Baobab 2, Coconino Press, 2006

Storyteller, Coconino Press, 2006

Dimmi che non vuoi morire, Mondadori, 2007

Casinò, Nocturne, 2007

Baobab 3, Coconino Press, 2008

La ballata di Hambone, con Leila Mazzocchi, Coconino Press, 2009

Quaderni ucraini. Memorie dai tempi dell'URSS, Mondadori, 2010

Alligatore. Dimmi che non vuoi morire, con Massimo Carlotto, Coconino Press, 2011

Quaderni ucraini. La guerra dimenticata del Caucaso, Mondadori, 2011

Pagine nomadi. Storie non ufficiali dell'ex Unione Sovietica, Coconino Press, 2012

Sinfonia a Bombay, Coconino Press, 2013

Quaderni ucraini. Le radici di un conflitto: un reportage disegnato, Coconino Press, 2014

Quaderni russi. Sulle tracce di Anna Politkovskaja. Un reportage disegnato, Coconino Press, 2015

Quaderni giapponesi. Un viaggio nell'impero dei segni, Coconino Press, 2015

My Generation, Chiarelettere, 2016

Quaderni Giapponesi. Il vagabondo del manga, Oblomov Edizioni, 2017

Kokoro. Il suono nascosto delle cose, Oblomov Edizioni, 2019