Scarpa, Domenico

Persona

Domenico Scarpa al Festivaletteratura 2004 - ©Festivaletteratura

Domenico Scarpa, nato a Salerno nel 1965, saggista e traduttore, ha completato un insegnamento triennale alla Scuola Normale Superiore di Pisa, dove abita; ha insegnato a lungo all'Orientale di Napoli e al Middlebury College, nel Vermont. Ha pubblicato il volume "Italo Calvino" (Bruno Mondadori, 1999) e curato opere di Fruttero & Lucentini ("I Nottambuli"; "Il cretino in sintesi"; "I ferri del mestiere"), di Natalia Ginzburg ("Le piccole virtù"; "Lessico famigliare"; "Non possiamo saperlo"; "Tutto il teatro"), di Franco Lucentini ("Notizie degli scavi" e "I compagni sconosciuti"), di Lucio Mastronardi ("Il maestro di Vigevano"), di Mario Soldati ("Cinematografo" e "Vino al vino") e di R.L. Stevenson ("L'isola del tesoro"), presso Avagliano, Einaudi, Feltrinelli, Mondadori, Sellerio e UTET. Ha tradotto "La lettera d'amore" di Cathleen Schine (Adelphi), romanzi di Jonathan Coe ("La casa del sonno" e "L'amore non guasta"). ALET di Padova ha pubblicato la sua traduzione di "Per tutta la notte", romanzo del francese Philippe Forest. Scrive per "il manifesto" e "La Stampa" e collabora con la Scuola Holden di Torino.

English version not available

Bibliografia

"Italo Calvino", Bruno Mondadori, 1999
Fruttero & Lucentini, "I ferri del mestiere. Manuale involontario di scrittura con esercizi svolti", a cura di Domenico Scarpa, Einaudi, 2003
"Natalia Ginzburg, Tutto il teatro", a cura di Domenico Scarpa, Einaudi, 2005
Mario Soldati, "Cinematografo. Racconti, ritratti, poesie", polemiche, a cura di Domenico Scarpa, Sellerio, 2006
"Storie avventurose di libri necessari", Gaffi Editore, 2010
Domenico Rea, "Gesù fate luce", a cura di Domenico Scarpa, ISBN Edizioni, 2010

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana