Scego, Igiaba

Persona

Igiaba Scego al Festivaletteratura 2006 - ©Festivaletteratura

«Somala di origine, italiana per vocazione», Igiaba Scego si è laureata in Lingue e Letterature straniere all'Università di Roma "La Sapienza" e divide il suo tempo fra la narrativa, il giornalismo e la ricerca accademica. Le sue opere cercano sempre un punto di equilibrio tra due culture di appartenenza, quella materna e quella adottiva. Nel 2003 vince il Premio Eks&tra con il racconto Salsiccia e pubblica il suo romanzo di esordio, La nomade che amava Alfred Hitchcock, a cui fa seguito nel 2008 Oltre Babilonia, una saga al femminile ambientata tra Somalia, Italia e Argentina. Successivamente ha continuato a pubblicare saggi, romanzi e racconti (La mia casa è dove sono – vincitore del Premio Mondello –, Roma negata, Adua, Caetano Veloso, Prestami le ali) tradotti in diverse lingue, compreso il più recente La linea del colore (Bompiani, 2020) in corso di traduzione negli Stati Uniti. Nel 2019 ha curato per Effequ l'antologia di racconti Future. Il domani narrato dalle voci di oggi. Collabora stabilmente con il settimanale Internazionale.

(foto: © Simona Filippini)

«Of Somali origin and Italian by vocation», Igiaba Scego is the daughter of Ali Omar Scego, ex- Somali Foreign Minister. Born in Rome in 1974 where her parents had migrated to flee Siad Barre's coup, she graduated in Modern Languages at La Sapienza University. She devotes her time both to narrative and academic research (she obtain a PhD in Education from La Sapienza University). In her works, she always try to keep a balance between her original and her adoptive culture. In 2003, she won the Eks&tra Prize for migrant writers with her story "Salsiccia" ad published her debut novel, "La nomade che amava Alfred Hitchcock". Her novel "Oltre Babilonia" is a feminine saga poised between Somalia, Italy and Argentina. She writes for the weekly "Internazionale" and she edited the column "Nigrizia" between 2007 and 2009. In 2010, with "La mia casa è dove sono", she won the Mondello Prize. Her latest book is "Adua".

Bibliografia

La nomade che amava Alfred Hitchcock, illustrazioni di Chiara Sonnoli, Sinnos, 2003

Rhoda, Sinnos, 2004

Pecore Nere. Racconti, con Gabriella Kuruvilla e Muyabi Ingy, Laterza, 2006

Oltre Babilonia, Donzelli, 2008

La mia casa è dove sono, Rizzoli, 2010 (Loescher, 2012)

Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città, con Rino Bianchi, Ediesse, 2014

Adua, Giunti, 2015

Prestami le ali. Storia di Clara la rinoceronte, illustrazioni Fabio Visentin, Rrose Sélavy, 2017

Anche Superman era un rifugiato. Storie vere di coraggio per un mondo migliore, a cura di Igiaba Scego e UNHCR, Piemme, 2018

AA.VV., Future. Il domani narrato dalle voci di oggi, a cura di Igiaba Scego, Effequ, 2019

La linea del colore, Bompiani, 2020

11Eventi correlati