Pontiggia, Giuseppe

Persona

Giuseppe Pontiggia al Festivaletteratura - ©Festivaletteratura

Giuseppe Pontiggia, narratore e critico, è nato a Como nel 1934. Subito dopo la guerra si trasferisce con la famiglia a Milano, dove si laurea e vive sino alla morte, avvenuta nel giugno del 2003. Accanto all'attività di scrittore si segnala il costante impegno critico con una serie di saggi su temi della narrativa classica e moderna (Pindaro, Lucano, Sallustio, Borges, Gadda, Sinisgalli) raccolti poi in un unico volume ("Il giardino delle Esperidi"). Direttore di "L'Almanacco dello specchio" e redattore del "Verri", ha esordito con il romanzo autobiografico "La morte in banca" nel 1959, pubblicato sui "Quaderni del Verri". A questo fanno seguito "L'arte della fuga" e dieci anni più tardi "Il giocatore invisibile" (premio Selezione Campiello, 1978). Nel 1983, frutto di una lunga elaborazione esce "Il raggio d'ombra", un romanzo che conferma le grandi doti stilistiche e narrative di Pontiggia. Con "La grande sera" (1989), vince il Premio Strega. Nel 1993 con "Vite di uomini non illustri" inaugura un genere originale, la biografia non illustre: il libro infatti è organizzato come una serie di biografie di gente comune, redatte nello stile del referto poliziesco e proposte con la stessa tipologia con cui si scrivono le biografie illustri. Nel 1974 cura un'edizione de "L'elisse" (Poesie 1931-1972) di Leonardo Sinisgalli e un'edizione del "De magnalibus Mediolani" di Bonvesin de la Riva. Editor, raffinato lettore e bibliofilo, è tornato al romanzo con "Nati due volte", con il quale ha vinto il Premio Campiello nel 2001. Il romanzo è stato tradotto in più di venti lingue, guadagnando grandi consensi e numerosi premi. Il suo ultimo libro, "Prima Persona", prende spunto dal "Diario mensile" che Pontiggia ha tenuto sull'inserto culturale de "Il Sole 24 Ore" e approfondisce temi e motivi di costume e attualità, fornendo uno sguardo critico ed ironico sulla società e l'individuo nell'Italia di questi ultimi anni. Ci lascia il 27 giugno del 2003.

English version not available

Bibliografia

"La morte in banca", Mondadori, 1959
"La grande sera", Mondadori, 1989
"L'arte della fuga", Adelphi, 1990
"Milano. La città le suggestioni", con E. Pifferi, Pifferi, 1990
"Le sabbie immobili", Il Mulino, 1991
"Il giardino delle Esperidi", Adelphi, 1994
"L'isola volante", Mondadori, 1995
"Il raggio d'ombra", Mondadori, 1995
"Il giocatore invisibile", Mondadori, 1997
"I contemporanei del futuro", Mondadori, 1998
"Vite di uomini non illustri", Mondadori, 1999
"Nati due volte", Mondadori, 2000
"Cichita la scimmia parlante", Giunti, 2001
"Prima Persona", Mondadori, 2002
"Il residence delle ombre cinesi", Mondadori, 2004
"Opere, Mondadori", 2004
"Picenni. Costruzioni 1978-1983; 1995-1998. L'immaginaria realtà" con E. Pontiggia, M. Nasr, Mazzotta, 2005