Farabbi, Anna Maria

Persona

Anna Maria Farabbi al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

«La poesia deriva dalla cultura della tenda / tappeto che viene a me per uscirmi dalle mani», ha scritto Anna Maria Farabbi in uno dei suoi ultimi componimenti. Poetessa, narratrice e saggista, nata a Perugia nel 1959, scrive le sue poesie sia in dialetto che in italiano e a oggi ha pubblicato numerose raccolte e quaderni, da Fioritura notturna del tuorlo (1996) e Il segno della femmina (2000) a Dentro la O (2016) e La casa degli scemi (2017). Per il teatro ha scritto La bambina cieca e la rosa sonora (2010), opera multimediale su musica di Vincenzo Mastropirro, e La morte dice in dialetto (2013). La sua attività di saggista e traduttrice dall'inglese e dal francese si è focalizzata soprattutto sulla scrittrice statunitense Kate Chopin, a cui ha dedicato la monografia Alfabetiche cromie di Kate Chopin (2003) e di cui ha altresì tradotto e curato la raccolta di racconti Un paio di calze di seta (2004). Tra le sue opere edite di narrativa: Nudità della solitudine integrale (2000); La tela di Penelope (2003); Leièmaria (2013).

(foto: © Festivaletteratura)

«Poetry derives from the tent/carpet culture and comes to me to be channelled through my hands» reads one of Anna Maria Farabbi's latest works. A poetess, narrator and essayist, she was born in Perugia in 1959. She writes poems both in dialect and in Italian and so far she has published several collections including "Fioritura notturna del tuorlo" (1996) and "Il segno della femmina" (2000) ad "Abse" (2013). For the theatre she wrote "La bambina cieca e la rosa sonora" (2010), a multimedia piece with music by Vincenzo Mastropirro, interpreted by Enrica Rosso, multivision by Massimo Achilli and painting by Vincenzo Matropirro and "La morte dice in dialetto" (2013). As an essayist and translator from English and French she has focused mainly on Kate Chopin,to whom she dedicate an essay, "Alfabetiche cromie di Kate Chopin" (2003). She also translated and edited Chopin's short stories collection, "Un paio di calze di seta" (2004). Her novels include "Nudità della solitudine integrale" (2000); "La tela di Penelope" (2003); Leièmaria" (2013).

Bibliografia


Fioritura notturna del tuorlo, Tracce, 1996

Il segno della femmina, LietoColle, 2000 (2006)

Nudità della solitudine regale. Marginalia, Zane Editrice, 2000

La tua presenza, LietoColle, 2002

Adluje. 1994-1997, Il ponte del sale, 2003

La tela di Penelope, LietoColle, 2003 (2006)

Le alfabetiche cromie di Kate Chopin, LietoColle, 2003

La magnifica bestia, M.me Webb, 2004 (Alphabeta, 2007)

Luce e notte. Esperienza dell'immagine e della sua assenza. Antologia, a cura di Anna Maria Farabbi e Lucia Gazzino, LietoColle, 2008

Solo dieci pani, LietoColle, 2009

La bambina cieca e la rosa sonora, LietoColle, 2010

Avemadrìa, LietoColle, 2011

Biblioteca, in Almanacco dello specchio, Mondadori, 2011

La morte dice in dialetto, Rossopietra, 2013

Caro diario azzurro, Kaba edizioni, 2013

Leièmaria, Lietocolle, 2013

Abse, Il ponte del sale, 2013

Talamimamma, disegni a cura di Giulia Incani, Terra d'ulivi, 2014

La casa degli scemi, LietoColle, 2017