Settis, Salvatore

Persona

Salvatore Settis al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Salvatore Settis è un archeologo e storico dell'arte di fama mondiale. Si è laureato a Pisa in Archeologia classica e, dal 1968, ha intrapreso la carriera universitaria, dapprima come assistente e in seguito come professore di Archeologia greca e romana e di Archeologia classica. Dal 1994 al 1999 ha diretto il Getty Research Institute for the History of Art di Los Angeles e, dal 1999 al 2010, è stato direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa. Socio dell'Accademia Nazionale dei Lincei e di varie accademie europee, è stato Visiting Professor in università inglesi e americane e ha tenuto, tra le tante, le prestigiose Isaiah Berlin Lectures all'Ashmolean Museum di Oxford e le Mellon Lectures alla National Gallery di Washington. Ha animato il dibattito sulla tutela del patrimonio archeologico italiano con saggi come "Italia S.p.a.", che nel 2003 ha vinto il Premio Viareggio nella categoria saggistica, "Paesaggio Costituzione cemento", vincitore nel 2012 del Premio letterario 'Gambrinus Giuseppe Mazzotti' per la sezione ecologia e paesaggio, e "Se Venezia muore", scritto che apre una riflessione sul diritto alla città e alla democrazia nella nostra epoca a partire dal caso veneziano. Figura tra i membri fondatori del Consiglio Europeo delle Ricerche e, dal 2007 al 2009, è stato presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali. Nel 2012 è stato insignito del titolo di Chevalier de la Légion d'Honneur de la République Française.(foto: Festivaletteratura)

Salvatore Settis is a world famous archaeologist and art historian. He graduated at Pisa in Classical Archaeology and started his university career in 1968. From 1994 to 1999 he directed the Getty Research Institute for the History of Art in Los Angeles and from 1999 to 2010 he directed the Scuola Normale in Pisa. A member of the Lincei Academy and numerous European academies, he was visiting professor in many English and American universities. He is one of the founding members of the European Council of Research and from 2007 to 2009 he was the Chairman of the Board for Cultural Heritage. In 2012 he was appointed Chevalier de la Légion d'Honneur de la République Française.

Bibliografia

"Chelone. Saggio sull'Afrodite Urania di Fidia", Nistri-Lischi, 1966"La tempesta interpretata. Giorgione, i committenti il soggetto", Einaudi, 1978"La colonna Traiana", Einaudi, 1988"Laocoonte. Fama e stile", Donzelli, 1999"Italia S.p.A. L'assalto al patrimonio culturale", Einaudi, 2002 (2007)"Passaggi e paesaggi", con Saverio Calocero, Donzelli, 2003"Futuro del 'classico'", Einaudi, 2004"Battaglie senza eroi. I beni culturali tra istituzioni e profitto", Electa, 2005"Iconografia dell'arte italiana 110-1500: una linea", Einaudi, 2005"Artemidoro. Un papiro dal I secolo al XXI", Einaudi, 2008"La villa di Livia. Le pareti ingannevoli",Electa, 2008"Artisti e committenti fra Quattrocento e Cinquecento", Einaudi, 2010"Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l'ambiente contro il degrado civile", Einaudi, 2010"Azione Popolare. Cittadini per il bene comune", Einaudi, 2012 (2014)"Il paesaggio come bene comune", La Scuola di Pitagora, 2013"Costituzione incompiuta", con Tomaso Montanari, Alice Leone, Paolo Maddalena, Einaudi, 2013"Se Venezia muore", Einaudi, 2014"Il mondo salverà la bellezza? Responsabilità, anima, cittadinanza", Ponte alle Grazie, 2015