Maragno, Nicoletta

Persona

Nicoletta Maragno al Festivaletteratura 2013 - ©Festivaletteratura

Nicoletta Maragno si è diplomata in Teatro alla scuola del Piccolo di Milano nel 1990 e ha lavorato insieme a Giorgio Strehler per più di un decennio, maturando come interprete grazie a spettacoli forti della sua regia, tra i quali: "Faust", "Il Campiello", "Madre Coraggio e i suoi figli", "Arlecchino servitore di due padroni". Sul palcoscenico è stata diretta anche da registi come Giorgio Albertazzi, Carlo Giuffrè, Pino Micol, Licia Maglietta e altri ancora. Attrice presso il Teatro Stabile del Veneto, è autrice di testi drammaturgici e progetti su temi di interesse sociale legati alle pari opportunità, che le hanno fruttato la consegna dei sigilli della città di Padova. In particolare: "M'ama?" (spettacolo sulla maternità); "Malamorenò" (sulla violenza contro le donne); "La galassia sommersa" (sul talento delle donne). Affianca spesso la scrittrice Antonio Arslan nella riscoperta delle grandi (e dimenticate) protagoniste della letteratura italiana tra Otto e Novecento, meritevoli di aver coltivato con coraggio i propri talenti. Al cinema è apparsa in film di Carlo Mazzacurati ("La giusta distanza", "La sedia della felicità") e Silvio Soldini ("Le acrobate", "Giorni e nuvole", Cosa voglio di più"). Nel 2012 ha interpretato un ruolo in "Piccola Patria" di Alessandro Rossetto ed è stata in selezione alla 70esima mostra cinematografica di Venezia.(foto: sito ufficiale)

Nicoletta Maragno gained a degree in Theatre at Piccolo Teatro School (Milan) in 1990 and worked with Giorgio Strehler for about ten years, becoming a mature artist thanks to some pieces he directed such as "Faust", "Il Campiello", "Madre Coraggio e i suoi figli", "Arlecchino servitore di due padroni". On stage, she was directed by Giorgio Albertazzi, Carlo Giuffrè, Pino Micol, Licia Maglietta and many other directors. She wrote several dramas and projects on equal opportunities and in particular "M'ama?" (on motherhood); "Malamorenò" (on violence against women); "La galassia sommersa" (on women's talent). She often collaborates with writer Antonia Arslan discovering great (and often forgotten) female protagonists of 19th and 20th century Italian literature deserving mentioning because they cultivated with courage their talent. She played a part in Carlo Mazzacurati's movies "La giusta distanza", "La sedia della felicità" and in Silvio Soldini's "Le acrobate", "Giorni e nuvole", Cosa voglio di più". In 2012, she played a role in "Piccola Patria" by Alessandro Rossetto.

Bibliografia

Non disponibile

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana