Museo Archeologico Nazionale, Ex Mercato dei Bozzoli

Piazza Castello, Mantova

Il Museo Archeologico Nazionale di Mantova si trova all'interno dell'ex Mercato dei Bozzoli, sul lato ovest di Piazza Castello, nell'area dove fino al XIX secolo sorgeva il Teatro di Corte di Palazzo Ducale (ben cinque gli edifici che si sono susseguiti su questo sito). È un esempio di architettura paleoindustriale di fine '800, con un grande portale e un cancello liberty. Il Mercato dei Bozzoli, cuore del commercio dei bachi da seta, è diventato successivamente la sede del mercato all'ingrosso di frutta e verdura. Attualmente, a seguito di un progetto di sistemazione dell'edificio, il mercato ospita il Museo Archeologico. Il museo comprende collezioni di materiali risalenti a periodi storici differenti (Neolitico, Età del Bronzo, Medievo e Rinascimento) che testinoniano la presenza di diverse popolazioni (gli Etruschi, i Veneti, i Celti, i Romani, i Longobardi e i Goti), tutti provenienti dal territorio mantovano. Per la sistemazione delle collezioni è stato adottato un ordinamento di tipo sia cronologico che topografico, in un percorso espositivo che accompagna il visitatore dalla Preistoria al Medioevo e al Rinascimento. Tra le testimonianze neolitiche il museo ospita anche i cosiddetti Amanti di Valdaro, una coppia di scheletri di seimila anni fa sepolti abbracciati.
The Archaeological Museum is based in the ancient Mercato dei Bozzoli i. e. on the South - Western side of Castello aquare, in the area where the Palazzo Ducale Court Theatre was placed until the 19th century (as many as five bildings followed each other in this place) It is an exemple of paleoindustrial architecture which can be dated back to the late 19th century. It has a great portal and railings in Art Noveau style . The ancient Mercato dei Bozzoli, originally heart of the silkworm market, later became the seat of the wholesale fruit and vegetables market. After having been renewed, the market currently hosts the Archelogical Museum. The museum includes collection of materials from the Mantua area marking different historical ages (the Neolithic, the Age of Bronze, the Middle Ages the Renaissance), as well as different populations (the inhabitants of Veneto, the Celts, the Romans, the Lombards, the Ghots. Such collections were ordered both cronologically and topographically, thus creating an exibitional path that takes the torists from prehistory to the Middle Ages and the Renaissance. The Neolithic collections also include the so - called Valdaro lovers, a couple of skelatons dated back to 6,000 years ago who were buried embraced.

Pagina dedicata al Museo sul sito del Mibac:
http://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Luogo/MibacUnif/Luoghi-della-Cultura/visualizza_asset.html?id=95051&pagename=57

Luoghi correlati