05/09/2002

DAL LIBANO. I TEMPI DELLA MEMORIA


2002_09_05_011

Presentiamo due dei più importanti scrittori libanesi contemporanei. Ambedue insigniti di numerosi e importanti premi letterari - Naghib Mahfuz 2000 per Hoda Barakat, Gerusalemme 1999 per Elias Khuri - e tradotti in numerose lingue. Due scritture diverse: la magnificenza dell'arabo classico cesellato con estrema cura per Hoda Barakat, un riuscitissimo innesto tra arabo colloquiale e lingua colta per Elias Khuri. Lo stesso impegno: decostruire e ricostruire la memoria della guerra civile libanese. Presenta Elisabetta Bartuli.


English version not available

Italiano
Francese

Elisabetta Bartuli, introducendo Hoda Barakat e Elias Khuri, due tra i più importanti scrittori libanesi contemporanei, invita a considerare il mondo arabo come insieme di persone e non come concetto. Barakat e Khuri individuano nella scrittura la difesa di valori universali, il miglior modo di conoscere altre persone e il desiderio di riscoprire se stessi attraverso gli altri. Per la prima ogni testo nasce dal desiderio di raccontare una storia senza stabilire a priori ciò che si vuole raccontare e considera l'ultima fatica di Khuri un libro necessario che supera il valore letterario per diventare storia, e, soprattutto, memoria. Per Khuri la scrittura serve per imparare soprattutto da quei «perdenti», di cui il Medio Oriente è pieno, e considera Barakat una grande scrittrice con spiccate caratteristiche femminili e femministe che introduce elementi innovativi.

1Luoghi collegati