07/09/2008 - Blurandevù

BLURANDEVÙ
. Appuntamenti in blu: gli autori rispondono alle domande dei volontari-conduttori di Festivaletteratura


2008_09_07_BLU1415

Forse più che per molti altri autori vale per Clara Sereni la definizione di scrittrice 'impegnata'. Narratrice ed editorialista, da decenni attiva in politica e nel mondo associazionistico, spesso la Sereni rivive nelle sue opere lotte, esperienze, sensazioni quotidiane legate alle proprie vicende familiari - come nel romanzo "Casalinghitudine" - e di partecipazione civile - come in "Passami il sale" o negli scritti di "Taccuino di un'ultimista". Di tutto questo e degli aspetti più letterari della sua produzione parla con i ragazzi di Blurandevù.


English version not available

Italiano

Gli incontri organizzati dai ragazzi di Blurandevù riservano sempre delle sorprese, e quello con Clara Sereni non ha deluso le aspettative.
Si inizia con la lettura di una poesia, introduzione al libro "Il lupo mercante", ed il perché lo spiega la stessa autrice: «le poesie spesso sintetizzano i ragionamenti in modo efficace».
L'evento prosegue e, alle risposte della Sereni, si alternano momenti di musica e filmati, sino ad arrivare quasi alla conclusione dell'evento, con una spontanea intervista ai ragazzi da parte dell'ospite, inaspettata persino per gli organizzatori.
L'autrice vuole capire i ragazzi, e gli chiede come mai sono così ancorati ad alcuni fenomeni del passato, come il Sessantotto. Li invita a ragionare con lei e le parti sembrano invertirsi, fino a che l'equilibrio ritorna e si inizia a cantare assieme: basta una chitarra per annullare la distanza delle generazioni.

1Persone correlate

1Luoghi collegati