07/09/2011 - Lavagne. Problemi scientifici (e musicali) in piazza

I RISCHI DELL'EQUAZIONE ESPONENZIALE

2011_09_07_LAV1800

Dallo stagno delle ninfee alla scacchiera del riso. Ovvero come non è possibile crescere sempre di più in un mondo dalle dimensioni finite.
La sfida lanciata lo scorso anno agli scienziati di spiegare una formula o una teoria scientifica solo con gesso e lavagna prosegue e coinvolge quest'anno anche i musicisti, che tratteranno questioni di tecnica e teoria musicale con l'aiuto aggiuntivo di un lettore CD.

English version not available

Italiano

Per la quindicesima edizione di Festivaletteratura ritorna "Lavagne".
Quest'anno a inaugurare il progetto è Luca Mercalli, il famoso meteorologo italiano. La sua lezione in piazza è volta a sensibilizzare le persone sulla pericolosità delle funzioni esponenziali nella nostra società; tre sono i fattori che le rendono pericolose: l'esplosività della crescita, il tempo di raddoppio (che porta noi uomini, abituati a ragionare in sistema lineare, a sottovalutarne la rapidità) e la tendenza di sfuggire al controllo.
Il mondo di oggi, nell'economia, nella finanza, nello sfruttamento delle risorse naturali, è governato da un unico principio: la crescita. Ci siamo lasciati risucchiare dalla follia della crescita continua, permettendole di «bucare il soffitto», cioè di infrangere i limiti fisici del nostro pianeta, attraverso l'innesco di gravi processi irreversibili, come ad esempio la cementificazione del suolo, l'emissione di CO2 nell'atmosfera e la creazione di un'economia virtuale e sempre più lontana dalle vere ricchezze prodotte. Ora tocca a noi scegliere tra assecondare questo sistema malato e in crisi oppure impegnarsi nel guarire la nostra società e sperare in un domani più sereno.

1Persone correlate

1Luoghi collegati

13Eventi collegati

1Enti correlati