06/09/2012 - Lavagne. Parole per leggere l'economia

CONSERVATION

2012_09_06_LAV1800

Finance uses much of the same mathematics as physics. We will look at the similarities and differences between these two subjects.
 L'incontro si terrà in lingua inglese senza traduzione.
Quest'anno le "lavagne" si fanno in tre: alle originali spiegazioni di problemi scientifici per sola voce e lavagna, si aggiungono le doppie serate musicali di scrittura e ascolto e il minimo vocabolario economico per comprendere la crisi.

English version not available

Inglese

La matematica del Martini. Esordisce preparando un cocktail da offrire al pubblico l'analista finanziario Paul Wilmott, relatore della lavagna economica dedicata al tema "conservation". Una dimostrazione 'dal vivo' con il coinvolgimento dei presenti, un approccio spigliato e divertito, ironico e brillante per parlare di matematica applicata, fisica e leggi finanziarie. Se il liquido contenuto in un classico bicchiere per Martini, pur diminuendo in quantità man mano che viene bevuto, mantiene comunque la sua forma, la stessa cosa non si può dire del liquido presente in un bicchiere di forma conica: al diminuire della bevanda, la forma infatti si modifica, dimostrazione visiva - e alcolica - del principio di conservazione della massa. Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma: le leggi di conservazione, variamente enunciate nel corso dei secoli, sembrerebbero tuttavia estranee al mondo finanziario, apparentemente basato su modelli e processi mutuati dalla matematica, in realtà totalmente asservito alla cosiddetta 'logica dei dadi'. Così ha infatti definito Paul Wilmott il principio guida del sistema bancario, che disporrebbe nel suo complesso di una quantità di denaro talmente superiore a quello effettivamente generato dalle attività produttive da potersi permettere di non adottare, appunto, il principio di conservazione. Se qualcuno pensava di poter ricavare dalla lezione di Wilmott consigli spicci per investire i propri risparmi, eccolo servito con l'irriverente risposta: nientemeno che il materasso della nonna! O forse no, perché nemmeno il valore della moneta sembra oggi una certezza sufficiente. Magari andrebbe meglio una proprietà immobiliare, tasse e oneri permettendo ovviamente! Con un approccio inconsueto per un professore di finanza quantitativa laureato ad Oxford, Piazza Mantegna applaude divertita la performance, incamminandosi per Mantova con qualche spunto di riflessione in più, mai troppo in questo momento storico, e magari con il dubbio che sì, in fondo anche la matematica non è poi così male, e nemmeno così tanto estranea alla singole azioni che compiamo ogni giorno. 

1Persone correlate

1Luoghi collegati

14Eventi collegati

1Enti correlati