05/09/2014

LETTERATURA VERDE-ORO

2014_09_05_119

«Io, con un cognome che evoca la capitale portoghese, un secondo nome catalano, Fàbregas, che i nordamericani non sanno pronunciare e il cognome ebreo russo di mio marito, Gurevitz, sono, come la maggioranza dei brasiliani, un 'melting pot'!». Il premio José Saramago vinto nel 2003 per Sinfonia in bianco e la nomina tra i migliori autori latino-americani al di sotto dei 39 anni nel 2007, nell'ambito del progetto Bogotà39 del Festival di Hay-on-Wye, hanno conferito ad Adriana Lisboa la fama e il lustro di nuova star della narrativa brasiliana. L'autrice di Blu corvino e Hanoi arriva a Mantova per parlare dei suoi libri, del suo lavoro di traduttrice, delle sue letture ma anche del suo paese. La incontra Lella Costa, Ambassador e portavoce WE per Expo 2015.


Evento realizado com o apoio do /realizzato con il contributo di Ministério da Cultura do Brasil / Fundação Biblioteca Nacional

English version not available

Italiano
Portoghese
Inglese

Non disponibile

1Luoghi collegati

1Enti correlati