08/09/2018 - Blurandevù, Read on

Nona Fernández

2018_09_08_BLU1900

«Se la letteratura non è un posto dove dare libero sfogo ai sogni e alle utopie, non so proprio cosa sia. È il territorio dove proviamo ad analizzare, a capire e proiettare». A dispetto della sua ancor giovane età, Nona Fernández nella sua scrittura tiene il passo sicuro e sognante dei classici della letteratura latino-americana. Nata a Santiago del Cile, sceneggiatrice e narratrice, Fernández appartiene a quella generazione di scrittori che hanno vissuto la propria infanzia negli anni della dittatura militare. Il passato per il suo Cile è un non-detto opprimente, il prezzo pagato a un'ambigua transizione democratica che ha imposto il silenzio, sedato la giustizia. Memoria e immaginazione sono i poli intorno ai quali si sviluppano i suoi romanzi - Chilean Electric, Space Invaders, La dimensione oscura -, nel tentativo di illuminare e ridare un volto a quanto resterebbe altrimenti irrevocabile. Sulla funzione della letteratura in rapporto alla storia e alla memoria personale e collettiva, Fernández si confronta con i ragazzi di blurandevù.

English version not available

Italiano
Spagnolo

1Luoghi collegati

1Enti correlati