10/09/2020 - Interviste impossibili

L'IDENTITÀ È UN IDEALE NORMATIVO

2020_09_10_405

«Una ideologia gender in quanto tale non esiste. È il fantasma agitato dai reazionari per attaccare il femminismo, i movimenti LGBTQ, i diritti di libertà ed eguaglianza. Ci viene assegnata un'identità quando nasciamo ma questa non ci dice chi siamo o come vivremo. La libertà fa paura, ma è una libertà collettiva, e deve essere garantita da movimenti inclusivi e transnazionali». Etica, politica, femminismo, teoria queer: sono i grandi e importanti temi su cui si concentrano il lavoro e la ricerca della celebre filosofa statunitense Judith Butler (L'alleanza dei corpi, Questione di genere), instancabile pensatrice e attivista che da anni con le sue riflessioni lotta per dare nuovo significato alle nozioni di identità e soggetto, contro il binarismo sessuale come prodotto delle norme sociali, mai immuni dall'interpretazione culturale umana. Interrogata dalla scrittrice e divulgatrice Maura Gancitano, Butler ci accompagnerà alla scoperta del suo pensiero, dalla performatività di genere, fino agli ultimi studi sulle lotte per la giustizia sociale, di cui parla nel recente La forza della nonviolenza.

L'intervista si terrà in inglese con sottotitoli in italiano.

Gli incontri in streaming saranno visibili sul sito 2020.festivaletteratura.it, e in città alla Tenda Sordello (ingresso gratuito con prenotazione), in bar e caffè del centro, presso la Fondazione Palazzo Te e in altri luoghi in via di definizione (l'elenco completo e aggiornato sarà disponibile sul sito 2020.festivaletteratura.it).

English version not available

Inglese

1Luoghi collegati