Fortunato, Mario

Persona

Mario Fortunato ha vissuto a lungo a Londra, dove è stato Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura. Dal 1985 scrive sul settimanale "L'Espresso"; ha inoltre collaborato con la BBC e con varie testate giornalistiche ("The Guardian", "Le Monde", "La Stampa", "Frankfurter Allgemeine Zeitung" e "Süddeutsche Zeitung"). Nel 1988 è uscita la sua prima raccolta di racconti, "Luoghi naturali", seguita dal reportage biografico "Immigrato" (1990), trascrizione della storia vera del tunisino Salah Methnani, e da diversi libri tradotti in molte lingue. Il romanzo "I giorni innocenti della guerra" (2007) è stato finalista al Premio Strega e gli è valso la vittoria del Premio Mondello e Supermondello. Nella collezione Einaudi "Scrittori tradotti da scrittori", Fortunato ha curato la versione italiana di "Boule de suif" e de "La maison Tellier" di Guy de Maupassant. Dopo "L'Italia degli altri" (2013) e "Le voci di Berlino" (2014), nel 2016 ha pubblicato il romanzo breve "Tre giorni a Parigi" e "Noi tre", la storia della profonda amicizia che lo ha unito in giovinezza ai compianti Filippo Betto e Pier Vittorio Tondelli. (foto: © Leonardo Cendamo)

Mario Fortunato lived in London for a long spell, where he was Director of the Italian Institute of Culture. He has written for "L'Espresso" since 1985. He has also worked with the BBC and several newspapers ("The Guardian", "Le Monde", "La Stampa", "Frankfurter Allgemeine Zeitung" and "Süddeutsche Zeitung"). His first collection of short stories, "Luoghi naturali", was released in 1988, followed by the biographical reportage"Immigrato" (1990), the transcript of the true story of Salah Methnani, and many other books that have been translated into a number of different languages. The novel "I giorni innocenti della guerra" (2007) was a finalist at the Premio Strega and it brought him victory at the Premio Mondello and Supermondello. In the Einaudi collection "Scrittori tradotti da scrittori", Fortunato was responsible for the Italian versions of "Boule de suif" and "La maison Tellier" by Guy de Maupassant. After "L'Italia degli altri" (2013) and "Le voci di Berlino" (2014), in 2016 he published the novella "Tre giorni a Parigi" and "Noi tre", a novel about his deep friendship with Filippo Betto and Pier Vittorio Tondelli.(photo: © Leonardo Cendamo)

Bibliografia

"Luoghi naturali", Einaudi, 1988 (Bompiani, 2007)
"Immigrato", con Salah Methnani, Theoria, 1990 (Bompiani, 2006)
"Il primo cielo", Einaudi, 1990
"Sangue", Einaudi, 1992
"Passaggi paesaggi", Theoria, 1993
"L'arte di perdere peso", Einaudi,1997 (Bompiani, 2014)
"Amore, romanzi e altre scoperte", Einaudi, 1999
"L'amore rimane", Rizzoli, 2001
"Transeuropa Express. Scrittori della nuova Europa", a cura di Mario Fortunato e Maria Ida Gaeta, BUR, 2005
"I giorni innocenti della guerra", Bompiani, 2007 (2008)
"Quelli che ami non muoiono", Bompiani, 2008
"Il viaggio a Paros", Bompiani, 2013
"L'Italia degli altri", Neri Pozza, 2013
"Le voci di Berlino", Bompiani, 2014
"Tre giorni a Parigi", Bompiani, 2016
"Noi tre", Bompiani, 2016

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana