Barile, Magdalena

Persona

Magdalena Barile al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Magdalena Barile vive a Milano dove lavora come autrice teatrale e televisiva. Collabora come dramaturg per diverse compagnie fra cui Animanera (Milano), Accademia degli Artefatti (Roma), Attodue/Murmuris (Firenze), Charioteer Theatre (Scozia). I suoi lavori includono: One Day (2010), Lait (2011), Piccoli Pezzi, poco complessi, ispirato a Le particelle elementari di M. Houellebecq (2011), Senza Famiglia (2012), Piombo (2013), Un altro Amleto (2013), La Moda e la Morte (2014) Il Migliore dei mondi possibili, ispirato al Candido di Voltaire (2015), Raffiche (2016), Il divorzio, adattamento del film Divorzio all'italiana di Pietro Germi (2016), Rosa Conchiglia, Anaïs Nin e i giorni del porno (2017), Cosa Beveva Janis Joplin (2018), Api Regine, commedia fantascientifica sull'eliminazione del maschio (2018). Alcuni dei suoi testi sono stati tradotti in inglese, francese, tedesco, catalano, svedese e russo. Con Lait (Light Killer nella traduzione inglese) debutta al Fringe Festival di Edimburgo 2014 e va poi in scena al Piccolo Teatro di Milano. Collabora stabilmente come autrice e sceneggiatrice con la RSI Televisione Svizzera Italiana e ha partecipato alla scrittura di diversi programmi di drama e comedy per la televisione italiana (Albero Azzurro, Camera Cafè, Bye Bye Cindarella). È docente di Scrittura drammaturgica alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano e al corso annuale della Scuola di scrittura Belleville; insegna inoltre Sceneggiatura allo IED (Istituto Europeo di Design).

(foto: © Festivaletteratura)

Magdalena Barile lives in Milan where she works as theatre and TV playwright. She writes plays for various companies including Animanera (Milano), Accademia degli Artefatti (Rome), Attodue/Murmuris (Florence), Charioteer Theatre (Scotland). Her most recent works include "One Day" (2010), "Lait" (2011), "Fine Famiglia" (2011), "Senza Famiglia" (2012), "Piombo" (2013), "La Moda e la Morte" (2014) "Il migliore dei mondi possibili" (2015), inspired by Voltaire's "Candide". Some of her texts have been translated into English, French, German, Swedish and Russian. With the play "Lait (Light Killer)" she made her debut at 2014 Edinburgh's Fringe Festival then staged at Piccolo Teatro di Milano. She collaborates as author and scriptwriter with RSI (Swissh Italian TV) and wrote the scripts of many Italian programs such as "Albero Azzurro" (Rai due), "Camera Cafè" (Italia Uno), "Bye Bye Cindarella" (La5). She teaches dramaturgy at Civica Scuola of theatre Paolo Grassi in Milan and at Holden School in Turin.

(photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

One day. Finalmente vivere servirà a qualcosa, Titivillus, 2011

Fine Famiglia, in Italia-Svezia 2-2. Un progetto teatrale per l'Europa delle diversità. Vol. 1, Titivillus, 2016

14Eventi correlati

12Audio correlati