Calasso, Roberto

Persona

Roberto Calasso al Festivaletteratura 2016 - ©Festivaletteratura

Nato a Firenze nel 1941, dopo il liceo classico si laurea a Roma in Letteratura Inglese con Mario Praz, discutendo una tesi dal titolo "I geroglifici di Sir Thomas Browne". Appena ventunenne entra nella casa editrice Adelphi, di cui diventa direttore editoriale nel 1971, poi consigliere delegato e presidente. Pubblicista e intellettuale di straordinaria cultura, «è a casa in quasi tutte le epoche, in quasi tutti i libri, in quasi tutti i miti» (Pietro Citati). Per Adelphi traduce opere di sant'Ignazio di Loyola, Friedrich Nietzsche, Karl Kraus, Franz Kafka; scrive inoltre i risvolti di centinaia di copertine, molti dei quali sono raccolti e rielaborati nel volume "Cento lettere a uno sconosciuto". Parallelamente all'attività editoriale firma articoli per quotidiani e periodici ("L'Espresso", "Panorama", "la Repubblica", "Il Corriere della Sera") e saggi tradotti in decine di paesi. A partire da "La rovina di Kasch" - passando per "Le nozze di Cadmo e Armonia", "Ka", "K", "Il rosa Tiepolo" e "La Folie Baudelaire" - fino a "L'ardore", ha elaborato un'opera in più parti non ascrivibile a uno specifico genere letterario, una 'mitografia' che dai Veda indiani all'Europa di Talleyrand, dalla Grecia antica alla Praga di Kafka, esplora la narrazione del mito nella storia dell'umanità. Dal 2000 è Foreign Honorary Member della American Academy of Arts and Sciences; dal 2007 Commandeur de l'Ordre des Arts et des Lettres e Chevalier de la Légion d'Honneur.(foto: © Leonardo Cendamo)

After High School, he got a degree in English Literature under Mario Praz supervision, with a dissertation on Sir Thomas Browne's hieroglyphs. When he was only 21, he started working for Adelphi publishers, introduced by his friend and teacher Bobi Bazler. In 1971 he became Adelphi's Publishing Director and in 1990 was appointed Deputy Councillor. In 1999 he became the Chairman of the prestigious publishing house. At the same time, he is a fiction-writer and essayist, and he has become one of the most original Italian writers. His books, translated into many languages, investigate myths and the past to talk about the present of mankind.(photo: © Leonardo Cendamo)

Bibliografia

"L'impuro folle", Adelphi, 1974 (1992)
"La rovina di Kasch", Adelphi, 1983 (1994)
"Le nozze di Cadmo e Armonia", Adelphi, 1988 (2010)
"I quarantanove gradini", Adelphi, 1991
"Ka", Adelphi, 1996 (2010)
"La letteratura e gli dei", Adelphi, 2001
"K.", Adelphi, 2002 (2005)
"Cento lettere a uno sconosciuto", Adelphi, 2003
"La follia che viene dalle Ninfe", Adelphi, 2005 (2010)
"Il rosa Tiepolo", Adelphi, 2006
"La Folie Baudelaire", Adelphi, 2008 (2010)
"L'ardore", Adelphi, 2010 (2016)
"Il cacciatore celeste", Adelphi, 2016